Creare lavoro come assistente familiare, è uno dei concreti obiettivi del progetto “Resto a casa”, promosso dalla cooperativa sociale Azimut, in collaborazione col Comune di Novi e la Fondazione UniCredit.

È stato organizzato un corso di formazione gratuito, dedicato ai lavoratori del settore domestico, rivolto a disoccupati o in situazione di precarietà lavorativa. Durerà 40 ore, dal 26 aprile all’11 maggio e per iscriversi c’è tempo sino al 15 aprile, nella sede del “Punto giovani” di via Marconi 66 a Novi (martedì e sabato al mattino, tel. 0143 – 76246). Le lezioni formeranno personale qualificato per stare a contatto con gli anziani.

“Una delle esigenze delle famiglie è quella di trovare persone capaci e fidate a cui affidare i propri cari – dice Monica Milani, responsabile del progetto -. “Resto a casa”, propone interventi finalizzati a creare lavoro e a dare una risposta concreta a queste esigenze, ma soprattutto puntiamo a professionalizzare e a regolarizzare un settore sommerso”-.

Gli aspiranti assistenti familiari, apprenderanno tematiche inerenti ai servizi alla persona e domestici, normative e contrati di lavoro domestico. Le lezioni saranno svolte nella sala consiliare del Municipio. I posti a disposizione sono limitati.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTorna Platea Cibis. Il cibo di strada di qualità e il Comune alleati delle botteghe.
Articolo successivoSecurity day a Novi sabato in viale Saffi