A Voltaggio “invasione” di  Alpini per ricordare i compagni caduti.

0
252

I nomi di sette ragazzi di Voltaggio, caduti nella prima e nella seconda guerra mondiale, non comparivano nella lapide esposta nell’atrio del Palazzo Comunale.

Ieri, domenica 24 settembre, la loro memoria è stata onorata. Non si è trattata di una dimenticanza durata oltre un secolo per quattro di loro e più di settant’anni per gli altri tre giovani ma, come ha spiegato il sindaco Giuseppe Benasso, questi ragazzi, prima della loro chiamata di leva o prima di essere richiamati in servizio militare si erano trasferiti in altri Comuni. Ora i loro nomi sono noti, grazie alla ricerca svolta, su richiesta dell’amministrazione comunale voltaggina, da Italo Semino, tenente alpino in congedo del Gruppo ANA di Novi Ligure.

Nel primo conflitto mondiale del ’15-18 sono caduti: Vittorio Cavani, Marco Guido, Antonio Morgavi, Francesco Morgavi.  Nella seconda guerra del ’40 – ’45: Remo Cavo, Antonio Percivale, Giuseppe Repetto. La cerimonia di scoprimento delle targhe si è svolta in un clima di emozione e festa durante la due giorni che ha coinvolto gli abitanti del paese e tanti visitatori.

Il raduno degli Alpini della Sezione ANA di Alessandria e del Gruppo ANA di Novi è iniziato sabato 23 settembre con l’apertura della mostra fotografica al Palazzo Comunale e l’esibizione del coro alpino Valtanaro nella Chiesa Parrocchiale.

Domenica,  in Piazza Garibaldi, nella mattinata, si è svolta la cerimonia dell’alza Bandiera; a seguire le cerimonie centrali, la scopertura delle due nuove targhe di marmo, poste sotto quelle già presenti, nell’atrio del Palazzo Comunale di Voltaggio e l‘inaugurazione della parete di roccia. La giornata si è conclusa con L’ammaina Bandiera

“Si è trattato di una festa di popolo,  – racconta il sindaco – dove addetti ai lavori e spettatori, autorità e pubblico si sono integrati come amalgamati da un unico sentire, sia nei momenti più toccanti, sia in quelli più gioiosi, scanditi, il sabato dalle voci del Coro Alpino Valtanaro e la domenica dalla Fanfara Alpina Valle Bormida”.