Al Civico di Tortona un “Otello” tutto al femminile.

Giovedì 17 novembre alle 21.00

0
124

Il regista Andrea Baracco porta sul palco del Civico di Tortona,  giovedì 17 novembre alle 21, una versione  del Otello di William Shakespeare, tutta al femminile.

Lo straordinario cast è composto da Valentina Acca, Verdiana Costanzo, Francesca Farcomeni, Federica Fracassi, Viola Marietti, Federica Fresco che interpreta Iago, Ilaria Genatiempo nel ruolo di Otello e Cristiana Tramparulo nelle vesti di Desdemona.

“ Con Otello, Shakespeare consegna alla letteratura occidentale uno dei suoi personaggi più archetipici: Iago. Ed è proprio attraverso di lui che si articola una riflessione spietata, eppure carica di pietas, sulle debolezze umane e sull’imprevedibile capacità dell’uomo di generare il male, di accoglierlo come insospettabile parte di sé. La potenza del triangolo Otello-Iago-Desdemona sta, infatti, nella corsa verso la distruzione di sé e degli altri, in un gioco che trasforma l’immaginazione in realtà e la realtà in immaginazione. ‘Io non sono ciò che sono’, dichiara Iago nella prima scena del primo atto. Questa definizione che dà di sé resta vera se applicata anche agli altri personaggi della tragedia. Un dramma che affonda, le proprie radici nella linea d’ombra su cui ognuno di noi cammina come un funambolo in cerca di equilibrio, nella speranza, ma senza la certezza, di non cadere mai”.

Lo spettacolo si avvale della traduzione e drammaturgia di Letizia Russo, secondo la quale “mai come nell’Otello di Shakespeare il principio per cui la parola non è pura descrizione della realtà, ma strumento di creazione della realtà stessa, si fa vivo e evidente. Desdemona si innamora dei racconti di Otello. Otello conosce il mostro dagli occhi verdi grazie alle parole di Iago. Iago sottomette tutti, anche se stesso, alle proprie parole inventate o soltanto insinuate, fino a ridursi al silenzio.

 

Le scene sono di Marta Crisolini Malatesta, i costumi di Graziella Pepe, le luci di Simone De Angelis, le musiche Giacomo Vezzani. Produzione Teatro Stabile dell’Umbria con il contributo speciale della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli.

Info: Tel 0131.864488 – e-mail: [email protected]