Cimitero: stop ai nuovi loculi. Albano: “C’è richiesta di ossari”.

Fermi da mesi i lavori da 170 mila euro partiti lo scorso anno. Il vicesindaco: “Nessuna rinuncia alla loro costruzione”.

0
1114
Il cantiere dei nuovi loculi del cimitero di Gavi

Nonostante i lavori siano stati assegnati più di un anno fa, la costruzione dei nuovi loculi nel cimitero di Gavi non è ancora stata conclusa. L’appalto riguardava per la precisione 130 nuove tombe, una spesa da 170 mila euro finanziata con un mutuo da 100 mila euro con la Cassa Depositi e Prestiti e con 70 mila da fondi comunali su progetto dell’architetto Lorenzo Merlo e dell’ingegner Pierangelo Sardi. L’intervento era stato assegnato dal Comune con una procedura negoziata alla quale erano state invitate cinque ditte. Tra le quattro che avevano aderito all’invito, l’offerta migliore era risultata quella dell’impresa Alessi Giosofatto, di Gavi, che aveva proposto un ribasso dell’11,25%.

I nuovi loculi, la parte conclusa

Un intervento, come si legge nella delibera dell’agosto 2016 con la quale la giunta ha approvato il progetto, avviato per la necessità di nuovi loculi dopo quelli realizzati lì vicino, sempre nella parte nuova del cimitero, nei decenni scorsi. Da mesi però i lavori sono fermi, nonostante l’esigenza manifestata dalla giunta comunale. È stato chiesto al Comune il motivo di questo stop prolungato e quando eventualmente ripartiranno i lavori. Il vicesindaco, Nicoletta Albano, ha risposto così: “Più che altro sono necessari nuovi ossari, la maggior richiesta riguarda quelli. Nessuna rinuncia alla loro costruzione, al contrario c’è uno stanziamento importante a livello di avanzo di amministrazione”.