La seconda parte del mese scorre via sempre più velocemente e la fine dell’esperienza norvegese si avvicina.

Venerdì 20 luglio ci sono due navi da crociera a Leknes, nelle Isole Lofoten. Il mio tour con un gruppo di tedeschi va alla grande: il sole caldo e il cielo azzurro migliorano l’umore e trascorriamo insieme 7 ore, affascinati dalla bellezza della natura e dai meravigliosi villaggi dei pescatori. Alle 6 del pomeriggio io e i miei colleghi siamo soddisfatti della giornata di lavoro e prendiamo una foto di gruppo per immortalare questo momento. In meno di due mesi abbiamo stretto amicizia e forti legami, nonostante qualche piccolo conflitto,  inevitabile considerando le centinaia di ore pasateinsieme, sul bus e nella vita privata.

Il 23 e il 24 luglio concludo la stagione con l’ultimo tour prima a Tromso e poi alle Lofoten. Condivido con i passeggeri questi momenti, con la voce leggermente tremante per l’emozione: “Signore e signori, questi potrebbero essere gli ultimi minuti della mia carriera da guida ed è un piacere trascorrerli con voi. Da settembre comincio una nuova fase della mia vita a Genova, ma porterò sempre la Norvegia nel mio cuore”. Applausi a ripetizione e tante mance: un ottimo modo per finire un lavoro che mi è piaciuto molto, nonostante i ritmi a volte estremamente faticosi.

Il 26 luglio organizzo una piccola festa d’addio con la mia collega Serena: una cena per trascorrere ancora qualche ora in compagnia di tanti colleghi che probabilmente non rivedrò più. Durante il giorno piove ma nel tardo pomeriggio esce il sole e mangiamo all’aperto, su un tavolo vicino alla casa di legno dove abito. Dopo esserci goduti un tramonto spettacolare le zanzare e il freddo ci convincono a entrare in casa, dove restiamo fino alle 2 a condividere esperienze di vita ed episodi divertenti di questa stagione. Alla fine abbraccio i colleghi con affetto, sperando che sia un arrivederci e non un addio.

Il 31 luglio un volo mi riporta in Italia: fino ad allora voglio approfittare dell’ondata di caldo che ha raggiunto anche Tromso, con temperature superiori ai 25 gradi, quasi un record per la capitale artica!

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Novi Ligure è scontro politico sull’Ilva. L’M5s: “No al Jobs Act ai lavoratori del gruppo”
Articolo successivoDue semafori tra Gavi e Serravalle: senso unico alternato anche sul ponte sul Neirone.