La febbre del burraco

0
538

Il torneo è terminato, ma la moda del burraco a Ovada è appena iniziata,  grazie al Circolo Arci del Borgo di Ovada, che il 17 febbraio ha organizzato il torneo a scopo benefico. Il ricavato è andato all’Associazione Vela Onlus. Hanno partecipato 56 persone, che si sono affrontate su 14 tavoli. La maggior parte degli appassionati è arrivata da Alessandria, Bosco Marengo, Castellazzo Bormida, Valenza, Novi Ligure e da alcuni paesini dell’Ovadese.

I migliori giocatori sono stati premiati con prodotti tipici locali, come i vini pregiati di Montaldo Bormida ed i rinomati ravioli del Borgo di Ovada, preparati dai volontari del Circolo Arci, che ha offerto la sala. Tutti i partecipanti hanno ricevuto piante e fiori di una rinomata serra cittadina. A metà serata la sala ha festeggiato l’evento con il rinfresco a base di focaccia e biscotti di Ovada.