Raccolta rifiuti: altri quattro Comuni passano alla tariffa puntuale

0
255

Altri 4 Comuni del Tortonese passano alla tariffa corrispettiva puntuale che con il 2022 verrà introdotta nei Comuni di Alzano Scrivia, Carbonara Scrivia, Castellar Guidobono e Castelnuovo Scrivia come nuovo sistema di tariffazione.

Si aggiungono agli altri 25 Comuni di competenza di Gestione Ambiente già partiti con la Tariffa.

La differenza più significativa rispetto alla precedente Tari è che non è più una tassa ma una tariffa, ossia il corrispettivo di un servizio. Inoltre nel calcolo della Tariffa, oltre alle variabili utilizzate per la Tari (la quota fissa calcolata in base alle superfici, la quota variabile calcolata per le utenze domestiche in base al numero dei componenti il nucleo familiare, mentre per le utenze non domestiche in base alla superficie dell’immobile ponderato da un coefficiente di produzione di rifiuti determinato dalla legge), viene introdotta, come terza variabile per il calcolo, la quantità di rifiuto indifferenziato prodotto dall’utente: lo scopo è quello di favorire il più possibile la differenziazione, limitando al massimo la produzione di secco non riciclabile (indifferenziato).

Viene pertanto definito un limite minimo di svuotamenti comunque addebitati sotto il quale l’utente sostanzialmente si troverà a pagare in modo equivalente alla TariI, il superamento comporterà un esborso aggiuntivo legato al numero di svuotamenti del secco non riciclabile (indifferenziato) effettuati nel corso dell’anno con un numero di svuotamenti minimi comunque inclusi in Tariffa.

Gli svuotamenti minimi, così come definito dall’Assemblea del CSR e inserito nel Regolamento della Tariffa, seguono il principio di “N+1” dove N indica il numero dei componenti il nucleo familiare.

Quindi, ad esempio, una famiglia di 3 componenti avrà inclusi nella fattura a conguaglio 4 svuotamenti annui di un contenitore da 120 litri del secco non riciclabile (indifferenziato) pari a 480 litri annui. Superato l’N+1, ogni svuotamento di un contenitore da 120 litri costerà 12,32€ iva inclusa.

Le attività di fatturazione e riscossione saranno effettuate non più dal Comune ma direttamente dalla ditta affidataria (Gestione Ambiente), cui ci si potrà rivolgere
per qualsiasi problema.

Nel 2022 Gestione Ambiente invierà la prima fattura, in acconto di circa il 65-70% della tariffa, indicativamente a maggio 2022 con due scadenze:

  • la prima scadenza a giugno per circa il 50 % della fattura;
  • la seconda scadenza in autunno per il restante 50%.

La fattura a saldo del 2022 verrà emessa a gennaio 2023 perché dovranno essere conteggiati a consuntivo gli svuotamenti che superano i minimi prima indicati con l’N+1.

Accanto alla tariffazione, l’avvio del nuovo sistema di raccolta comporterà alcune variazioni negli specifici servizi:

  • la RACCOLTA DEL VEGETALE sarà solo su richiesta e a pagamento. Una scelta che rispetta il concetto di equità: in precedenza tutti pagavano il servizio nella tassa rifiuti anche se non tutti ne usufruivano. Così, invece, lo attiverà e pagherà solo chi ne avrà effettivamente bisogno. La volumetria del contenitore consegnato sarà di 240 litri. Nel caso si può chiedere più di un contenitore, alle condizioni sopra elencate. Il costo, comprensivo dell’IVA, è composto da una quota fissa annuale a contenitore di 20 euro oltre ad 1 euro ad ogni svuotamento;
  • il servizio PANNOLINI E PANNOLONI. Ai cittadini che hanno in casa bambini da 0 a 3 anni, o persone con disagio sanitario, si fornirà un contenitore da 120 lt per il rifiuto secco sanitario.

Per ottenere il contenitore va fatta domanda presso il Comune, il quale valuterà se la richiesta sia attendibile. L’interessato deve utilizzare l’apposito modulo reso disponibile dallo stesso Comune o scaricandolo dal sito www.gestioneambiente.net, compilarlo e firmarlo; il Comune provvederà a trasmettere la domanda autorizzando Gestione Ambiente S.p.A. a procedere alla consegna. I passaggi di raccolta rimangono con le stesse frequenze e giornate di ritiro del rifiuto secco non riciclabile. In alternativa, saranno predisposti punti di conferimenti con accesso controllato mediante identificazione (badge);

  • come alternativa ai contenitori dell’umido e del vegetale, è prevista l’assegnazione gratuita della COMPOSTIERA agli utenti che ne fanno richiesta; in questo caso non verrà effettuata per tali utenti la raccolta dell’umido, con conseguente sconto sulla bolletta.  Dal sito di Gestione Ambiente (gestioneambiente.net) è possibile scaricare la “Guida al compostaggio domestico”;
  • il servizio del RITIRO INGOMBRANTI A DOMICILIO resta gratuito e con le stesse modalità attuali.

Il personale di Gestione Ambiente effettuerà le necessarie segnalazioni agli utenti nei casi di comportamenti difformi (contenitori esposti anche se parzialmente vuoti, il contenitore contiene materiale non conforme al giusto tipo di raccolta, oppure è esposto nel giorno/orario sbagliati etc.).

Per maggiori delucidazioni si invitano gli utenti a visitare il sito www.gestioneambiente.net o a recarsi presso gli Ecosportelli.

ECOSPORTELLO DI TORTONA: c/o Sede Asmt, Ex S.S. 35 dei Giovi, 42 – 15057 Tortona (AL), dal lunedì al venerdì dalle ore 8.15 alle ore 13.00

ECOSPORTELLO DI NOVI LIGURE: c/o Sede Comunale, via Giacometti 22, 15067 Novi Ligure (AL), dal lunedì al venerdì dalle ore 8.15 alle ore 13.00

SPORTELLO TELEFONICO UNIFICATO: Numero Verde gratuito 800.085.312, e-mail: [email protected] dal lunedì al giovedì dalle ore 14.00 alle ore 17.00