Sul palco del Teatro Civico di Gavi, Paola Minaccioni in “Stupida Show”.

0
96

S’intitola “Stupida Show” lo spettacolo che andrà in scena al Teatro Civico di Gavi, domani venerdì 9 febbraio, alle 21.

 Sul palco, Paola Minaccioni, una grande interprete in una rappresentazione divertente e irriverente; un monologo di stand up comedy interpretato da una delle artiste più amate del teatro, del cinema e della televisione italiana.

Uno spettacolo per “cuori coraggiosi” in cui Paola Minaccioni accompagnerà lo spettatore nell’inconfessabile e nell’indicibile, nei piccoli inferni personali per dare voce a tutta quella follia e a quelle frustrazioni che vi abitano, ma senza mai  il coraggio di confessarle a nessuno. Il tutto raccontato attraverso lo sguardo di una donna in grado di trasformare le sue ferite personali e i fallimenti in una comicità travolgente, dove il destinatario del suo dialettico atto terroristico sarà il suo primo avversario naturale: l’amore.

In Stupida Show, Paola Minaccioni non incarnerà il ruolo della tenera eroina, vittima di un mondo crudele, non sarà la donna da compatire, ma da temere. Si porrà come l’antieroe per eccellenza svelando i vizi, i lati oscuri e la follia di chi nella vita sa bene cosa significa inciampare, di chi è stufa di sopportare la retorica qualunquista della contemporaneità e ha voglia di dirne quattro.

Stupida Show”,  firmato Carrozzeria Orfeo, è scritto da Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti, che ha curato anche le musiche.

Paola Minaccioni ha seguito una formazione di drammaturgia classica: per alcuni anni ha fatto parte del laboratorio di Serena Dandini e ha frequentato anche il Centro Sperimentale di Cinematografia. Dunque Televisione, cinema, teatro e cabaret sono i suoi diversi territori di esplorazione. Nel 2012 viene candidata sia al Nastro D’Argento che ai Ciak D’Oro come migliore attrice non protagonista, vincendo un Globo d’oro nella stessa categoria, per il film  Magnifica Presenza di  F. Özpetek.  Due anni dopo recita in un altro film di Özpetek, Allacciate le cinture, grazie al quale ottiene il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista e la nomination al David di Donatello nella stessa categoria. Oltre a F. Özpetek, Paola Minaccioni è stata diretta,  in ambito cinematografico, da Corrado Guzzanti, Carlo Vanzina, Vincenzo Salemme, Carlo Verdone, Marco Risi e molti altri registi; in Tv ha partecipato a serie come Un medico in famiglia, Camera Cafè, Le fate ignoranti e molte altre ancora.

 Lo spettacolo è presentato nell’ambito di “10”, la stagione teatrale 2023-24 dell’Associazione Commedia Community, un progetto selezionato dal bando Corto Circuito 2022 della Fondazione Piemonte dal Vivo e realizzato con il sostegno di Fondazione CRT e Regione Piemonte e dei Comuni di Gavi e Arquata Scrivia. Collaborano inoltre, come partners, il Consorzio “Le Botteghe Di Arquata”, Abilitando Onlus e il DLF – Dopolavoro Ferroviario Alessandria e Asti.

Per Info: 345.0604219 –  [email protected]  www.teatrodellajuta.it  www.accademiadellajuta.it.