Volley, scivolone delle Pirates Tre Colli contro il Canelli: 0-3

0
476

“E’ stato ”, ha dichiarato coach Barbagelata, “il classico black out dello sport, dove di colpo non si riesce a fare nulla di quanto sappiamo e tutto diventa difficile. Ci siamo limitati a qualche momento dove la squadra si è espressa per le sue potenzialità. Abbiamo la fortuna che in settimana ci sarà il recupero con l’Asti per cancellare la sconfitta amara di sabato.” La sintesi di una partita che sembrava nata sotto i migliori auspici, 7 a 3 per le Pirates Tre Colli alla partenza, ma in verità il Canelli stava solo prendendo le misure per poter applicare quel gioco d’attesa che meglio sa esprimere. La pazienza della compagine ospite allenata da Edo Bonola, ex A1 qualche epoca fa, ha avuto così la netta supremazia (3 a 0) contro una squadra locale magari più potente nella sua espressione offensiva, ma più fragile nei fondamentali complementari come la ricezione e la difesa.

Il PalaGavi

In partenza con la squadra tipo composta da Bertelli, Mascherini, Lolaico, Carrea, Sforzini, Pagano e Pestarino ha visto l’utilizzo anche di Ivaldi, Traverso, Cepollina, Scotti e Tallone unica non utilizzata la giovane Benedetti. Giovedì si tornerà in campo in casa ma non più al PalaBarbagelata bensì al PalaGavi, così come prevede l’accordo tra le due società che hanno condiviso questo campionato. In arrivo il PlayAsti76 una squadra molto giovane ma che ha dato dimostrazione di poter creare difficoltà a squadre più esperte, ma le Pirates promettono di non voler più rivivere un esperienza come contro il Canelli ed in queste tre partite che rimangono vogliono far risultato per terminare la Coppa Italia di serie D nella migliore posizione possibile.