Cinque appuntamenti letterari con cinque narratori della zona

0
1647
Castello della Pietra - foto Valerio Pardi

Nasce dalla passione per il teatro, in particolate per l’opera shakespeariana, il racconto di Pier Luigi Coda, scrittore di successo di libri per ragazzi “William Shakespeare al Castello della Pietra” (Effatà Editrice – Torino). Un’idea geniale dello scrittore valborberino, per far avvicinare i giovani lettori al grande poeta-drammaturgo inglese, in modo leggero e intrigante attraverso una sorta di mystery thriller, ricco di avventure mozzafiato. I protagonisti, una ragazzina thailandese di nome Thani e Udon, uno strampalato professore di letteratura inglese, affrontano rischi di ogni sorta, attraversando praterie innevate, periferie metropolitane e orridi precipizi.  Tra indovinelli, rebus, misteri da chiarire, si dipana un’avventurosa caccia al tesoro dove sogni e realtà si intrecciano con incontri sorprendenti, momenti paurosi,  memorie lontane e la coraggiosa certezza di  riuscire a superare le difficoltà che ostacolano il successo dell’impresa. Sullo sfondo, arroccato tra inaccessibili guglie di roccia, il misterioso Castello della Pietra di Vobbia, e William Shakespeare con la sua arte immortale, che attraverso Udon che insegna l’amore per il sublime dell’arte, e racconta sottovoce tutta la poesia che c’è nella vita. Il libro, che è già stato presentato al Salone del Libro di Torino, alla Settimana della Cultura e alla Fiera dell’Editoria di Roma sarà sottoposto domani mercoledì 22 novembre, al giudizio dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Voghera.  Introdurrà l’incontro la scrittrice Cristina Raddavero, anche lei originaria della Val Borbera.
Il secondo appuntamento è con Osvaldo Semino, che dopo il successo del precedente “I racconti della valle e dei fiumi”, propone il suo secondo libro, “I racconti dell’attesa, una raccolta a tema in cui spicca L’amore e della gloria, quasi un romanzo storico, ambientato tra Novi e Pasturana durante le campagne napoleoniche. “Tra le molte situazioni con cui l’uomo deve quotidianamente convivere, l’attesa è quella che più ci condiziona: a ben vedere, la nostra esistenza stessa è una perenne attesa, lieta quando c’è la gioia che vorrebbe prolungarla e ansiosa quando c’è la tristezza che vorrebbe porvi fine. Tra questi due estremi esiste un infinito ventaglio di situazioni illustrate nei racconti del libro, che descrivono reazioni umane per certi versi diverse ma in fondo sempre uguali”.  Il volume sarà presentato proprio nel Municipio di Pasturana.(Editrice Punto a Capo – Le impronte – € 15).

Stesso posto, stessa ora,  per la presentazione del libro di Lorenzo Robbiano “ I senza volto, parte terza”. Nel primo volume pubblicato nel 2012 l’autore ha raccontato  il lavoro operaio negli opifici di Novi, l’anno successivo, nel secondo volume ha delineato la funzione delle società di mutuo soccorso e un excursus sullo sviluppo industriale fino al 1900. Con questa terza parte si conclude la ricerca che Robbiano ha dedicato alla nascita e allo sviluppo delle Soms e dei Sindacati dei lavoratori nel nostro territorio. Dalla fine del XIX secolo, attraverso la crisi della borghesia, l’ elezione di una Giunta socialista a Novi, gli scioperi, la descrizione di figure che furono emblematiche dal punto di vista culturale, sociale e politico per la città e i suoi cittadini, si arriva all’avvento della Grande Guerra e a quelle che furono le sue ripercussioni sul popolo italiano, in generale e sui novesi, in particolare. (Edizioni Vallescrivia – pp. 116 – € 14).  Il ricavato della vendita è devoluto alla Consulta delle Società di Mutuo Soccorso Novi – Ovada. L’incontro con i due autori è previsto alle ore 21, nella Sala Europa a Pasturana.

Dopo il grande successo del romanzo breve “Una maratona lunga un chilometro”, Gianluigi Repetto si cimenta con un thriller da antologia che piacerà non solo agli appassionati del genere: Troppo bella per me” è un giallo di ambientazione novese dalla costruzione solidissima, cui l’elemento “locale” conferisce una nota specifica che sarà certamente apprezzata. Il libro sarà presentato al Circolo Ilva di Novi Ligure, giovedì  23 novembre, alle 18,30, nell’ambito di un ciclo di incontri che costituiscono uno degli appuntamenti letterari più apprezzati della zona e non solo.  Seguirà apericena. (Editrice Punto a Capo – Collana Le impronte – pp. 142 – € 15)

 

Il giorno sucessivo, venerdì  24 novembre, Rinaldo Ponassi presenterà ad Arquata Scrivia il suo “Voglia di vivere”; si tratta di una storia vera, personale e struggente, che non mancherà di aprire anche riflessioni sul problema cruciale della (mala)sanità.

L’appuntamento è alle ore 21, Sala della Juta – Intervengono all’incontro oltre  l’autore,  Mauro Ferrari e Giovanni Patri.  (Editrice Punto a Capo – Collana Le impronte – pp. 88 – € 12)