Concorso “Gavinfiore”: domenica la premiazione dei vincitori.

La giuria ha decretato gli allestimenti più belli. In programma anche la presentazione del libro “Castelli e palazzi della famiglia Spinola in Oltregiogo”.

0
202

La giuria del concorso “Gavinfiore”, indetto dal Comune di Gavi, per abbellire la cittadina attraverso la cura del verde e l’allestimento di balconi, giardini, vie, cortili e vetrine con fiori e piante, ha decretato i vincitori. Per la categoria “attività”, il miglior allestimento è quello di Giovanna Traverso della pasticceria La Pieve, che ha ottenuto 50 punti. Al secondo posto, Sabrina Olivieri, titolare de La Rosa Blu (48), terzo Carlo Traverso del forno Giovanni il fornaio (43). Fra i privati, il primo premio è andato a Claudia Oliveri, con 46 punti, seguita da Maria Alejandra Lorenzo (45) e Massimo Minetti (43). Il premio speciale per l’idea più originale è toccato ad Anna Rita Cavo, titolare del negozio L’Occhialeria. Il concorso è stato considerato un successo dal Comune poiché quasi tutti i negozi, pur non essendo tutti iscritti, hanno aderito all’iniziativa contribuendo ad abbellire il paese. Hanno partecipato tredici attività e ventidue privati. Dieci associazioni hanno partecipato fuori concorso.

Il municipio di Gavi

Al primo classificato verrà consegnata una targa e un buono da 250 euro da spendere nei negozi, locali e strutture ricettive di Gavi; al secondo, targa e buono da 150 euro; al terzo, oltre alla targa, un cesto omaggio. Premio speciale per “l’idea più originale”: targa e buono da 200 euro. La giuria era composta dal sindaco, Carlo Massa, dall’assessore Francesca Regoli e dai fotografi Maurizio Ravera e Adriano Giraudo. La premiazione è in programma domenica 27 giugno, alle 10, nell’atrio del Comune, quando verrà anche presentato il libro “Castelli e palazzi della famiglia Spinola in Oltregiogo”, scritto da Silvia Melogno. Insieme all’autrice interverranno l’editore Andrea Sisti e Renzo Piccinini del centro studi In Novitate. Nell’occasione sarà presentato anche un antico mobile di proprietà comunale restaurato grazie al Lions Club Gavi e colline del Gavi.