Dal Pnrr 5 milioni di euro per le scuole di Arquata Scrivia.

Approvati due progetti del Comune dedicati alle elementari, al nido e alla materna.

0
824
L'asilo nido comunale di Arquata

Un nuovo locale mensa e un polo per l’infanzia. Il Comune di Arquata Scrivia ha ottenuto circa 5 milioni di fondi europei del Pnrr da spendere per le scuole del paese. Due i progetti, ai quali ha lavorato in particolare il vicesindaco Nicoletta Cucinella. Con il primo sarà costruito un locale mensa per gli alunni delle scuole elementari di via Regonca, collegato alla aule con un ponticello. “In questo modo – spiega il sindaco, Alberto Basso – sarà liberato l’attuale spazio utilizzato per la mensa, che sarà destinato ad attività didattiche”. In questo caso la spesa sarà di poco meno di 1,3 milioni di euro. Il secondo intervento, spiega ancora il primo cittadino, prevede la costruzione di un polo scolastico per l’infanzia con una spesa di circa 4 milioni di euro, dove ora si trova il nido “Emilia Morando”, anche per creare un maggior numero di posti. “Sarà dedicato ai bambini da 0 a 6 anni – aggiunge Basso -, quindi anche per la scuola materna, attualmente anch’essa in via Regonca. L’obiettivo per questi ultimi spazi è creare, in futuro, aule per le scuole superiori di Novi Ligure, per il liceo scientifico o il Boccardo Ciampini, per nuovo indirizzi scolatici. Una sorta di succursale in un paese come Arquata, servito dal treno e dai bus come Novi”.