Nuova proroga alla 5 valli per avviare la raccolta rifiuti porta a porta.

Il Csr ha dato tempo fino al 2025 alla società di Monleale. Arquata partirà quest’anno.

0
825
Raccolta rifiuti porta a porta

Abbiamo concesso una proroga a step fino al 2025 alla 5 Valli”. Enzo Semino, componente del consiglio di amministrazione del Consorzio Servizi Rifiuti (Csr) di Novi Ligure, spiega l’ultima decisione presa dall’assemblea del consorzio nei confronti della società di Monleale, che gestisce la raccolta rifiuti in 37 Comuni tra Tortonese, Val Borbera e Valle Scrivia. A giugno la 5 valli aveva ottenuto una nuova proroga valida fino allo scorso dicembre per avviare il porta a porta e il servizio di prossimità, previsto nei Comuni montani più piccoli. Un’operazione ritardata dalle difficoltà della società pubblica, guidata da poco meno di un anno dall’amministratore unico Paolo Caviglia. La delibera dell’assemblea del Csr vuole consentire alla 5 Valli di portare a termine l’allestimento del servizio, avviato in una decina di paesi con parecchie difficoltà iniziali. Quest’anno, ricorda Semino, la società dovrà partire nei Comuni più popolosi, come Arquata Scrivia, dove la situazione dei rifiuti, a causa degli abbandoni, è difficile. “Dopodichè – dice ancora Semino – entro il 2025 la 5 Valli dovrà terminare l’organizzazione della raccolta rifiuti come ha stabilito la Regione”. Il nuovo servizio, negli altri due ambiti del Csr, serviti da Econet e Gestione ambiente, è già stato avviato da tempo.