“Ei fu”, duecento anni fa la morte di Napoleone

Tantissimi eventi a Novi Ligure dal 5 al 15 agosto

0
187

Il 5 maggio 1821, moriva nell’isola di Sant’Elena Napoleone. Per commemorare questa celebre data, Novi Ligure sarà teatro di una serie di eventi che si svolgeranno dal 5 al 15 agosto

Le iniziative sono organizzate dall’Assessorato alla Cultura del Comune e coordinate dall’associazione turistica Proloco di Novi Ligure – Parco Castello, con la partecipazione delle associazioni storiche novesi e la collaborazione del dottor Efrem Bovo dell’Unione Giornalisti e Comunicatori Europei. Quest’ultimo curerà anche la produzione di un documentario dedicato all’evento e in particolare alla Battaglia di Novi del 1799 che verrà trasmesso su Canale Europa via streaming. Le immagini in anteprima saranno raccontate da Enzo De Cicco, di 6 di Novi se …, dal giornalista Efrem Bovo e dello storico Lucio Piazza, durante la cena napoleonico-novese che si svolgerà il 15 agosto.

«L’attenzione a un momento significativo della storia di Novi – sottolinea l’Assessore alla Cultura e al Turismo Andrea Sisti – come la battaglia tra le truppe francesi e quelle austriache e russe, che rientra nel lungo viaggio del Bicentenario, ci permetterà di collocare la nostra città in un circuito europeo di rievocazioni napoleoniche.  ».

Il clou della manifestazione inizierà nel tardo pomeriggio del 7 agosto quando la città si vivacizzerà grazie a iniziative gastronomiche, attività teatrali, animazioni e visite speciali.

Dal 5 al 7 di agosto sono in programma due mostre dedicate all’avvenimento, curate dall’architetto Lucio Piazza dell’Associazione Novi 1799, che si snoderanno in città nei palazzi napoleonici: Palazzo Dellepiane, dedicato alla Battaglia di Novi, e Palazzo Durazzo, che ricorderà il generale napoleonico Joubert, reso disponibile grazie alla preziosa collaborazione del proprietario, Ferdinando Soldani. Nelle mostre saranno esposti anche un cappello di Napoleone e ci sarà un richiamo alle api, elemento importante nella simbologia napoleonica, offerto dal Museo dell’Apicoltura del Maglietto di Novi.

Il 7 agosto saranno aperte anche la Chiesa della Maddalena  e la sede della Compagnia della Picca e del Moschetto in via Solferino per la visione del plastico della Battaglia di Novi realizzato dall’Associazione Storico Modellistica Novese.

Il cannone della stessa Compagnia, dal Parco Castello, avvertirà la città dell’inizio della manifestazione; da lì attori, guide e animatori in costume accompagneranno turisti e visitatori locali alla visione delle esibizioni seguendo gli orari programmati.

Oltre alle voci e ai colori, si potranno sentire i profumi e i sapori dell’epoca grazie alle pagnotte realizzate con l’Associazione panificatori novesi che verranno distribuite in piazza Dellepiane insieme alla farinata delle “navi napoleoniche”, mentre al Parco Castello su prenotazione (324.8772487) si potrà degustare la cena napoleonica e antico novese.

La parte teatrale, curata dai Matt’Attori, metterà in scena nell’androne di Palazzo Dellepiane tre atti brevi ripetuti due volte, uno prima e uno dopo cena, che racconteranno momenti della storia della battaglia in visione novese dai tre titoli significativi: “Prima della battaglia”, “Ke momainti” e “Atto di morte di Jobert”.

Il programma prevede inoltre due convegni organizzati da Novinostra – In Novitate: il primo il 5 agosto, dal titolo “Bonaparte e il Novese” si terrà alle 21 nell’Androne di Palazzo Dellepiane, relatori il professor Federico Cabella e l’ingegnere  Alberto Ramasso. Il 15 agosto il secondo convegno “Bonaparte ed il tramonto dei feudi imperiali liguri”  si svolgerà alle 18 nel Parco del Castello con relatore Alberto Ramasso.

Tutte le iniziative sono coordinate dal Presidente della Pro Loco, Marco Barbagelata, grazie ai suoi volontari e alla partecipazione del Centro Studi di Valentina Visconti di Asti per costumi e figuranti, della compagnia teatrale dei Matt’attori e degli studenti del Ciampini Boccardo sezione Turistica.

(Foto: Associazione Novi 1799)