Il lavoro degli artigiani ovadesi in 100 foto

0
825
Confartigianato Ovada, gli organizzatori della mostra fotografica.JPG

La mostra fotografica “Artigianato Ovadese. Rosso Ciliegia”, la prima dedicata agli artigiani locali aprirà i battenti alla loggia di San Sebastiano oggi, martedì 1° maggio, alle 11  nel giorno del tradizionale Mercatino dell’antiqariato, che dal mattino fino all’imbrunire invaderà il centro storico con circa 250 espositori da varie regioni e migliaia di appassionati.

In un centinaio di foto rigorosamente in bianco e nero i volontari del Club fotografico Photo 35 di Ovada racconteranno le eccellenze di Ovada e dei Comuni dell’Ovadese, mettendo in risalto fra luci e ombre le lavorazioni tradizionali e quelle innovative. Gli artigiani sono stati fotografati nei laboratori alle prese con le caratteristiche attrezzature. “Raggiungerli tutti tutti senza ostacolare i tempi di lavoro, è stato impegnativo ma entusiasmante, perché abbiamo potuto osservare da vicino l’abilità”, ha detto Andrea Gaione, fondatore del Club, che, nato nel 1970 è una delle associazioni fotografiche pioniere della provincia e si prepara a festeggiare il cinquantesimo. A Ovada ci sono fior di artigiani, ma anche maestri fotografi, che hanno saputo allargare l’obiettivo sulle attività più rappresentative.

La mostra si ispira al libro “Rosso ciliegia” di Mario Arosio e Marco Lanza, edito nel 2015 dalla Confartigianato di Ovada e dedicato agli artigiani del territorio. “Il mercatino sarà un’imperdibile occasione di visibilità per avvicinare i vsitatori alla mostra, soprattutto ai lavoratori e alle storie di vita racchiuse in ogni foto”, dicono il presidente Giorgio Lottero e Mario Arosio di Confartigianato. L’esposizione si potrà visitare fino al 13 maggio ilsabato e la domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30, il mercoledì dalle 10.30 alle 12.30 e il venerdì dalle 21 alle 23.

La mostra è organizzata da Confartigianato Ovada con il patrocinio del Comune e si inserisce fra le iniziative di valorizzazione del territorio.