La Casa della salute arquatese presentata alla cittadinanza.

La serata in programma nella sala Juta giovedì sera, alle 21, per far conoscere il progetto finanziato dalla Regione.

0
1022
Il poliambulatorio di Arquata Scrivia

È uno dei 66 progetti finanziati lo scorso anno dalla Regione. La Casa della salute di Arquata Scrivia è già attiva nel Poliambulatorio di via Libarna, grazie a parte dei 4 milioni di euro arrivati dall’amministrazione regionale, che hanno permesso di far partire, in provincia di Alessandria, anche la struttura di Castelnuovo Scrivia e di potenziare il progetto Picasso a Ovada, Valenza e Castellazzo Bormida. In tutto il Piemonte, sono state aperte 44 strutture del genere. Le Case della Salute, spiegano da Torino, sono veri e propri centri attrezzati aperti 12 o 24 ore al giorno che ospitano ambulatori, medici di famiglia, specialisti e infermieri, punti prelievi e servizi assistenziali.

Ad Arquata Scrivia la Casa della Salute sarà presentata giovedì sera, alle 21, nella sala Juta. Saranno presenti gli amministratori comunali; Orazio Francesco Barresi, direttore del distretto di Novi Ligure, che presenterà il progetto, e il medico Giovanni Patri, che interverrà in rappresentanza dei medici di medicina generale. L’incontro, organizzato dal Comune e dall’Asl, sarà aperto alle domande dei cittadini, per chiedere chiarimenti sui servizi attivi.