La scuola “De Simoni” ha un montascale grazie al Lions Gavi e Colline del Gavi.

Installato venerdì 30 settembre alla presenza dei dirigenti del sodalizio e del sindaco, Carlo Massa.

0
242

Installato alla scuola media di Gavi il montascale donato dal Lions Club Gavi e Colline del Gavi. Il progetto, sostengono dal club, iniziato lo scorso anno sotto la presidenza di Giacomo Lolaico, ha saputo raccogliere il consenso dell’amministrazione comunale, presente all’inaugurazione con il sindaco Massa, e degli imprenditori locali che hanno visto, nel service, l’importanza di rendere accessibile a disabili motori il piano superiore dello stabile che ospita le aule. “Questo service — racconta Teresa Mantero, presidente in carica — conferma l’attenzione che il nostro club ha verso il proprio territorio e ai bisogni della comunità, in particolare delle persone fragili. C’è, in un certo senso, un fil rouge che lega il sollevatore per disabili che abbiamo donato alla piscina comunale e arriva fino alla scuola e che rende le strutture accessibili”. “Come sempre — prosegue Lolaico — quando sul territorio emerge un’esigenza di tipo sociale che ci proponiamo di risolvere, tutta la comunità risponde sostenendoci e appoggiandoci, per questo amo dire che nel gaviese siamo un po’ tutti lions. E in questo, il ringraziamento più grande per la collaborazione va alla scuola tutta e alla dirigente scolastica Sabrina Caneva”. Quello con la scuola è un sodalizio che i Lions di Gavi hanno ben radicato: le attività che coinvolgono i ragazzi sono numerose e proficue (per due anni consecutivi i ragazzi della De Simoni hanno vinto il secondo premio del concorso “Acqua per la Vita” ricevendo un premio in denaro destinato alla scuola) e proseguono anche quest’anno a partire da “Missione Agenti Pulenti”, sulla sensibilizzazione e il rispetto dei beni culturali; non mancherà il tradizionale concorso “Un poster per la Pace”, ma verranno introdotte anche nuove attività sull’ecologia, sulla corretta alimentazione mentre proseguirà la campagna di prevenzione dell’ambliopia (occhio pigro) presso le materne.