La Val Borbera si apre alla cultura con il Sarvego Festival

Incontri tra storie, libri e illustrazione per piccoli e grandi. Prima edizione

0
716
Foto:Gianni Torchia

S’intitola Bestie e Boschi la prima edizione del Sarvego Festival, in preparazione per l’estate 2021. Prati, boschi, fiumi, vecchi mulini e piazze della Val Borbera saranno il palcoscenico di incontri dedicati ai libri per bambini e ragazzi, una serie di appuntamenti  con la letteratura e il mondo dell’illustrazione che si svolgerà  in una delle valli più belle e incontaminate dell’Appennino ligure-piemontese.

Un Festival itinerante organizzato dalle biblioteche dell’Alta Valle in collaborazione con tutti i comuni del territorio: ogni appuntamento, infatti, come si evince dal comunicato su facebook, sarà ospitato di un paese diverso, una scelta frutto della volontà di mettere insieme risorse e visioni di futuro. Sette gli eventi previsti da giugno ad agosto, con storie e autori selezionati con la collaborazione degli esperti della rivista Andersen. Tra gli ospiti: Anselmo Roveda, Elisabetta Civardi, Gek Tessaro, Marianna Balducci (Finalista Premio Andersen 2021 con “Io sono foglia”), Barbara Schiaffino, Guido Quarzo e Daniela Carucci.

Tra gli eventi anche l’inaugurazione di una nuova biblioteca per ragazzi tra le montagne e la presenza dell’Ente Aree protette dell’Appenino Piemontese con i racconti della tradizione Terra di fiaba. Ad ogni incontro con l’autore è prevista la presenza di una libreria specializzata tra cui L’Amico ritrovato (Genova), il Sanconiglio (Novi Ligure), Namasté (Tortona) e Libri al sole (Pisa), ognuna delle quali porterà con sé i libri protagonisti del festival e non solo. Arricchiscono il programma due laboratori di scrittura: uno per adulti condotto da Anselmo Roveda (24-25 luglio) e uno per bambini con Daniela Carucci (31 – 1 agosto). Occasioni per giocare a immaginare, per stare insieme, per conoscere percorsi di vita e di arte possibili, per tornare selvatici.

Tutte le info sulla pagina facebook e instagram Sarvego Festival

Ecco il programma in breve che potrebbe però subire piccole variazioni:

4 giugno – Rocchetta Ligure – Riservato alle scuole – Una partigiana di nome Tina (Coccole Books, 2013) incontro con l’autore Anselmo Roveda passeggiando tra sentieri partigiani. Visita al Museo della Resistenza.

16 luglio – Vendersi – alle 16.30 – Quando gli animali non avevano la coda (Terre di Mezzo, 2020) – incontro con l’illustratrice Elisabetta Civardi, a seguire laboratorio.

17 luglio – Cantalupo – alle 21 – Libero zoo (Lapis, 2018) – Gek Tessaro presenta lo spettacolo ispirato al libro di teatro disegnato.

7 agosto – Cabella – alle 21 – Premio Andersen: racconto visivo dei libri vincitori e pérformance su uno dei libri del Premio con Barbara Schiaffino e altri ospiti.

13 agosto – Roccaforte – alle 16.30 – Io sono foglia (Bachilega, 2020) – incontro con l’illustratrice Marianna Balducci, a seguire laboratorio.

14 agosto – Carrega – ore 16.30 – Il bambino, la volpe e il buio (San Paolo, 2020) – incontro giocoso con l’autore Guido Quarzo e inaugurazione della biblioteca per ragazzi. Alle  21- Terra di fiaba, racconti dei narratori delle Aree Protette dell’Appennino piemontese.

28 agosto – Mongiardino – alle 16.30 – La zuppa dell’orco (Ed. Bianconero, 2018) – cammino al mulino e lettura teatrale accompagnata da suoni e violino con Daniela Carucci.

(Foto: Gianni Torchia)