Novi Ligure. Sospesa la licenza al bar Sun, ma solo per dieci giorni.

0
431

Dieci giorni di chiusura. E’ questo il provvedimento eseguito questa mattina dai carabinieri e dalla polizia nei confronti del bar “Sun” di Vale Saffi a Novi Ligure.

Reiterate lamentele arrivate dai residenti della zona, ma anche da clienti dello stesso bar, per la presenza nel locale di presunti spacciatori, schiamazzi e violenze, avevano suggerito ai Carabinieri di Novi Ligure un monitoraggio Nei primi mesi di quest’anno la Questura ha appoggiato la richiesta dell’Arma. Dall’inizio delle indagini gli inquirenti hanno assistito a una serie di episodi all’interno dell’esercizio, tra questi  almeno un caso di somministrazione di bevande alcoliche a minori di anni 16; denuncia di una giovane con svariati precedenti di polizia per minaccia a pubblico ufficiale e oltraggio a pubblico ufficiale; il ritrovamento, all’interno del bagno, di hashish suddiviso in dosi per circa 23 grammi e cocaina suddivisa in dosi per circa 5 grammi; due giovani nordafricani, trovati in giorni diversi con una modica quantità hashish; una violenta lite tra due uomini di nazionalità marocchina, entrambi pluripregiudicati per spaccio di sostanze stupefacenti, furto in abitazione e reati contro la persona; durante la colluttazione uno dei due ha aggredito in secondo con un coltello.

Il bar “Sun”, a seguito degli assidui e costanti controlli dei Carabinieri, in vari momenti del giorno e della sera, è risultato essere frequentato da soggetti pregiudicati, soprattutto per reati inerenti gli stupefacenti, contro la persona e contro il patrimonio. Per tali ragioni, considerata la frequenza e la gravità dei fatti accertati, i conseguenti rischi  per la sicurezza pubblica e l’allarme che tali fatti hanno provocato nella cittadinanza, i Carabinieri della stazione di Novi Ligure hanno elaborato una puntuale e dettagliata proposta di sospensione della licenza e l’hanno inoltrata al Questore di Alessandria il quale, al termine di un’accurata istruttoria sviluppata dalla Divisione di Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione della locale Questura, ha inteso adottare la misura di polizia, oggi notificata congiuntamente agli esercenti interessati da parte di personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri”.