Panchine rosse per dire no allla violenza sulle donne

Un'iniziativa dell ASL di Alessandria

0
93

Il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, AslAL promuove l’istallazione delle panchine rosse, simbolo del rifiuto della violenza nei confronti delle donne, in prossimità delle sedi dei Consultori Familiari.  Ad oggi le panchine colorate di rosso sono state collocate presso le sedi dei Consultori di Acqui Terme, Ovada, Casale Monferrato e Tortona, queste ultime due in collaborazione con le Amministrazioni comunali.

La panchina rossa è un segno permanente di memoria e speranza che, a partire da luoghi dedicati e frequentati dalle donne, proprio come i Consultori Familiari, può diffondersi in ogni luogo delle nostre città.

In molti comuni della provincia sono già presenti una o più panchine rosse; tuttavia il posizionamento di questo simbolo contro la violenza sulle donne anche in prossimità di percorsi o di aree maggiormente frequentati dalle donne, soprattutto nei momenti delicati e importanti che riguardano la loro salute, rappresenta la volontà da parte delle istituzioni sanitarie e locali di lottare contro la violenza e di prendersi cura del benessere delle donne.

Me.Dea – Centro antiviolenza di Alessandria, che condivide e sostiene il progetto, da più di dieci anni collabora con i Consultori Familiari e con gli operatori socio-sanitari AslAL con iniziative di formazione e di aggiornamento, che rinforzano l’attività degli operatori anche nella sensibilizzazione e informazione rivolta agli adolescenti, alle donne che frequentano i nostri servizi e alla popolazione.

Il progetto delle panchine rosse prevede anche la realizzazione di una scritta di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e di informazione sul Centro antiviolenza provinciale dell’Associazione Me.Dea, tradotta in 7 lingue grazie alla collaborazione dei mediatori culturali che cooperano con i Consultori, al fine di rendere fruibili tali informazioni a tutte le donne immigrate.

Con questo gesto simbolico, si intende rinnovare l’impegno sul territorio nel contrasto della violenza di genere e rafforzare la rete e il lavoro delle amministrazioni locali e sanitarie per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne.

Dove chiedere aiuto 

Se si è in una situazione di emergenza, è sempre bene contattare il numero 112. Se si necessita di assistenza o informazioni è possibile contattare i consultori ASL AL o il Centro antiviolenza ai numeri:

Consultorio di Alessandria tel.: 0131 307430 ,-  [email protected] Consultorio di Valenza tel.: 0131 922801 –  [email protected]                       Consultorio di Acqui Terme-Ovada tel.: 0144 777481 – [email protected] Consultorio di Casale M.to tel.: 0142 434956 – [email protected]         Consultorio di Novi Ligure tel.: 0143 332640 – [email protected]             Consultorio di Tortona tel.: 0131 865212 – [email protected]                     Centro Antiviolenza me.dea: numero verde locale  800 098 981 – [email protected]

A livello nazionale per avere un aiuto o un consiglio è attivo il numero antiviolenza 1522. Il numero, gratuito è attivo 24 ore su 24, e risponde con operatrici specializzate alle richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. Dal sito (in varie lingue) è anche possibile utilizzare una chat: https://www.1522.eu/