Revocato il licenziamento del dipendente di Lardini che non parla arabo

0
561

 La notizia  del licenziamento di Alexander Delnevo, dipendente da dieci anni di Lardini Spa, con la motivazione di non parlare arabo,  aveva suscitato più di qualche perplessità, in particolare perchè Alexander Delnevo è delegato sindacale di sito della Filcams Cgil presso l’Outlet di Serravalle Scrivia, e aveva portato all’attenzione molte istanze dei colleghi, quindi era plausibile che la motivazione reale non fosse la sua non conoscenza dell’arabo, ma il suo impegno sindacale.

Oggi l’azienda ha revocato  il licenziamento. In un comunicato i sindacati hanno espresso soddisfazione per la conclusione di  questa vicenda.

La ritrovata strada del dialogo e del buon senso che è stata intrapresa ha consentito al lavoratore, dopo due anni di impegno sindacale, di riprendere regolarmente la sua attività lavorativa. A seguito della repentina mobilitazione sindacale e con l’intervento diretto dell’Ing. Lardini nella giornata di oggi si è determinata la conclusione di questa spiacevole vicenda.La decisione di ritirare il licenziamento non è solo giusta ma evidenzia anche l’attenzione a salvaguardare un sistema di relazioni sindacali da tempo consolidato in azienda e che, nel reciproco riconoscimento, riteniamo un valore. E’ prevalso il senso di responsabilità da parte di tutti, nel rispetto dello Statuto dei lavoratori e dei principi che regolano l’esercizio delle libertà sindacali e di un corretto svolgimento del rapporto di lavoro. E’ anche il modo migliore per valorizzare una realtà imprenditoriale solida e di prestigio, che con l’impegno e il lavoro quotidiano di centinaia di lavoratrici e lavoratori consolida i successi della manifattura tessile del Made in Italy nel mondo”.