Stazzano, pallettoni da cinghiale contro una casa: una donna sotto choc

E' successo fuori paese verso Sardigliano: nel bosco era in corso una battuta di caccia al cinghiale. Nessun ferito ma tanta paura

0
3269

Ha rischiato molto Tiziana Marenco, dipendente dell’Asl di Novi Ligure, la scorsa settimana quando due colpi di fucile hanno colpito la sua casa di Stazzano, situata lungo la strada che conduce a Sardigliano e alla frazione di Vargo. Nel bosco vicino all’abitazione era in corso una battuta di caccia al cinghiale come avviene spesso nella zona, senza ci siano mai stati grossi problemi. Invece, stavolta, non è andata così. La donna, incinta di alcune settimane, a un certo punto, ha sentito un boato,  poi un secondo a distanza di pochi secondi e naturalmente si è spaventata tantissimo perchè non aveva capito di cosa si trattasse.  Ha chiamato il marito e,  insieme hanno notato che vicino a una finestra c’erano  vetri per terra.

cacciatori

Nel vetro c’era un buco di svariati centimetri, a quel punto, hanno avvertito i carabinieri di Serravalle, che una volta sul posto hanno chiarito che la finestra era stata colpita da un pallettone da cinghiale, sparato incautamente dai cacciatori verso le case anziché verso il bosco. Un errore che poteva costare molto caro a Tiziana e, anche a chi ha sparato. La donna è stata trasportata al Pronto soccorso in stato di choc. I carabinieri, insieme alla Forestale di Stazzano, hanno radunato nel cortile della casa della donna tutti componenti della squadra di cinghialisti per capire cosa fosse successo. Alla fine, sono state identificate due persone, che potrebbero essere indagate.