Torna “Attraverso Festival” tra i grandi ospiti c’è Alice che canta Battiato.

Dal 9 luglio al 9 settembre la VII edizione. Ecco gli appuntamenti del territorio.

0
115

Moltissimi i protagonisti della nuova edizione di Attraverso Festival che si svolgerà dal 9 luglio al 9 settembre nei territori Unesco inseriti nella World Heritage List tra Langhe, Roero, Monferrato e Appennino Piemontese, per un unico grande festival.

Beppe Fenoglio

Un Festival diffuso con tanti spettacoli dal vivo tra concerti, incontri, dialoghi e contaminazioni di genere, linguaggi e artisti. Una proposta di appuntamenti di qualità ei in luoghi di grande bellezza e suggestione. Un Festival che nasce dal territorio e non sul territorio, con un programma artistico originale.
La VII edizione del Festiva ha come sottotitolo “R-esistenze”; un vocabolo che al suo interno contiene la parola“esistenze”, comune denominatore di tutti gli esseri ma, R-esistenze riporta la mente a quel periodo della storia quando la “Resistenza” riscattò gli anni bui delle dittature, un periodo importante in questi territori che diede i natali a molti partigiani, uno su tutti Beppe Fenoglio, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.  Beppe Fenoglio è tra gli scrittori novecenteschi più conosciuti al mondo e il più rappresentativo del territorio di Attraverso, lo scrittore e partigiano che ha regalato alla letteratura il romanzo definitivo sulla Resistenza, come ha scritto Italo Calvino in “Una questione privata”.

Da queste premesse nasce dunque il sottotitolo della settima edizione di Attraverso: “R-esistenze”.

Paolo Fresu

Tanti gli highlight del programma: alla Centuriona di Gavi in scena l’unica grande interprete della musica e delle parole di Battiato, Alice, in un concerto omaggio all’artista siciliano; il ritorno dell’icona del jazz Paolo Fresu in concerto, al Parco Capanne di Marcarolo, insieme al chitarrista Bebo Ferra e all’attore Giuseppe Cederna per un progetto speciale dedicato a musica e montagna; appuntamento  a Tortona con Roberto Mercadini & Guido Catalano per la prima volta in tour insieme con le Cose che non avremmo sperato di dirvi; ospite  a Voltaggio  il musicteller torinese Federico Sacchi  con Inspired by The King. La colonna sonora di un sogno, vero e proprio documentario dal vivo, che tra storytelling, musica, teatro e video, racconta la vita e le parole di Martin Luther King.

Andrea Pennacchi

Una storia più personale è il racconto di Andrea Pennacchi; a Cassano Spinola, l’anima di Propaganda live quest’anno presenta il monologo Mio padre – Appunti sulla guerra civile, in cui l’attore racconta, con nostalgia e toccante ironia, il suo tentativo di ricostruire, a ritroso, l’esperienza vissuta da suo padre Valerio, partigiano, internato e sopravvissuto al campo di concentramento di Ebensee, in Austria.

A Fenoglio, “Il Resistente” Attraverso” dedicherà il suo progetto speciale di quest’anno: una lectio magistralis commissionata a Gianrico Carofiglio, principale tra gli scrittori contemporanei che non a caso ha dato a uno dei suoi personaggi lo stesso nome dello scrittore albese. La lectio di Carofiglio, organizzata in collaborazione col Centro Studi Beppe Fenoglio, capofila naturale del Centenario, sarà programmata in tre luoghi iconici del festival: a Alba, perché non poteva essere altrimenti, a NIZZA, altro luogo centrale dell’epopea di Milton e a Casale Monferrato.

Marco Paolini

Per altri ospiti si tratta di un ritorno al Festival sia pur con nuovi progetti. È il caso di Federico Buffa che, nel rinnovato Teatro Comunale di Ovada, con I diavoli di Zonderwater rende omaggio al coraggio e allo spirito di sopravvivenza dei soldati italiani nei campi di prigionia in Sudafrica durante la Seconda guerra mondiale. Marco Paolini che torna a Tortona con due spettacoli: Antenati The Grave Party, legato al progetto La Fabbrica del Mondo, con il quale ripercorre l’evoluzione della nostra specie. E con” Sani! – teatro fra partentesi “, lo spettacolo concepito nel 2021 si è arricchito di canzoni e musiche, scritte da Saba Anglana e Lorenzo Monguzzi. Sempre a Tortona, Antonella Viola incontra il pubblico e presenta il suo libro Il sesso è (quasi) tutto – Evoluzione, diversità e medicina di genere.

Mario Tozzi

Spazio  al tema più che mai attuale della sostenibilità ambientale con Appunti per un mondo nuovo, progetto speciale che unisce, a Tortona, in una chiave inconsueta il filosofo delle piante Stefano Mancuso e Eugenio Cesaro, frontman degli Eugenio in Via di Gioia tra i principali gruppi indie italiani mentre al Forte di Gavi il geologo Mario Tozzi affronta il tema sull’energia e sul cambiamento climatico nell’incontro Una transizione antiecologica: è possibile un mondo senza idrocarburi?”.

Oddifreddi e Farinetti

E poi ancora Piergiorgio Odifreddi & Oscar Farinetti in Un dialogo tra un cinico e un sognatore a Cassano Spinola. . E gli ormai consueti appuntamenti con lo Chef Mendo, pseudonimo di Fabio Mendolicchio, con le sue cene speciali dove un po’ si mangia e un po’ si racconta questa volta accompagnato da Emiliano Poddi, in una cena/spettacolo dedicata a Umberto Eco e al suo romanzo iconico “Il nome della rosa”.
Fausto Paravidino presenterà in anteprima la sua nuova produzione teatrale a Rocca Grimalda e, sempre in zona basso Piemonte,  il giro in bicicletta “Filar tra le colline dei vini” tra Gavi, Tortona e Ovada; e le proiezioni dei documentari naturalistici Il Contatto di Andrea Dalpian e Il Cammino del Piemonte Sud che racconta gli itinerari tra le valli appenniniche e il mare a Portofino, a cura dell’Ente Aree Protette dell’Appennino Piemontese.

I biglietti per gli spettacoli si possono acquistare tramite il circuito www.mailticket.it

Per info: www.attraversofestival.it