Treni del Terzo valico dentro la città: assegnato l’appalto da 31 milioni

Dopo la gara deserta degli anni scorsi, la Preve Costruzioni realizzerà le opere sotterranee dell'interconnessione con la ferrovia storica

0
1355
(foto da terzovalico.it)

A Novi Ligure possono  partire i lavori del Terzo valico che porteranno a far transitare i convogli del Terzo valico in città, nonostante la contrarietà di parte della popolazione. L’appalto per le opere sotterranee della cosiddetta interconnessione è stato assegnato alla Preve Costruzioni di Roccavione (Cuneo). L’impresa ha vinto la gara pubblicata dal Cociv a febbraio e chiusa a metà marzo dopo che negli anni scorsi nessuna impresa si era presentata. Per l’interconnesione, che collega il Terzo valico alla linea ferroviaria storica verso Alessandria e Torino, la Preve Costruzioni deve realizzare alcuni tratti di galleria naturale per una lunghezza di 987 metri, completare altrettanti tratti di gallerie artificiali e costruire una parte della trincea ferroviaria. Il totale dell’appalto ammonta a 31 milioni di euro. L’intervento dovrà concludersi in 453 giorni. La Preve Costruzioni aveva già lavorato nel cantiere del Terzo valico di Radimero, ad Arquata Scrivia. La prossima settimana, il 3 luglio, scade invece il bando di gara, tra l’altro, per l’installazione comprese le barriere antirumore lungo la linea ferroviaria in città. Saranno alte fino a 8 metri e sarà occupato il parcheggio ferroviario lungo Corso Marenco.