Treni: la Regione non si presenta all’audizione sulle linee ferroviarie alessandrine

La denuncia arriva da Domenico Ravetti, consigliere regionale di minoranza: “L’Agenzia per la mobilità anch’essa assente o non convocata”.

0
253
L'aula del Consiglio regionale dove era programmata l'audizione

La Regione non si presenta all’audizione programmata sulla situazione delle linee ferroviarie alessandrine. È successo ieri, 6 luglio, a Torino, in Consiglio regionale, dove era programmato il confronto. “All’ordine del giorno della Commissione Trasporti – spiega il Consigliere regionale del Partito Democratico Domenico Ravetti – era calendarizzata un’audizione del rappresentante della Provincia di Alessandria sulle problematiche riguardanti le corse ferroviarie che interessano il territorio provinciale. Avrebbe dovuto essere un momento importante per confrontarsi e riflettere sulla situazione del trasporto ferroviario e dei collegamenti nel territorio alessandrino. Peccato che non sia stato così!”. Ravetti sostiene che “l’assessore regionale competente era assente. Assente o non convocata anche l’Agenzia per la mobilità. Per la maggioranza di centrodestra si è presentato un unico Consigliere regionale. Questa è chiaramente la dimostrazione del profondo disinteresse che il centrodestra manifesta nei confronti dei problemi dei cittadini. Tra l’altro – continua – la relazione del rappresentante della Provincia di Alessandria non ha tenuto in considerazione minimamente l’insieme della criticità, ma alcune specifiche tratte ferroviarie. Mi chiedo se questo sia il modo di affrontare un tema tanto importante. I piemontesi e gli alessandrini meritano di più!”.