A Voltaggio ci sono tante polveri sottili come nel centro di Novi Ligure e Arquata. A chi pensava che in alta Val Lemme le condizioni ambientali fossero migliori la smentita l’ha data l’Arpa, che ha rilevato il livello di polveri atmosferiche in località Ciapin, dove, lungo la provinciale 160, passano i camion diretti sia al cantiere del Terzo valico sia al deposito di smarino della ex cava Cementir. Il monitoraggio è stato eseguito, come si legge nella relazione dell’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, su indicazione del Comune, tra settembre e ottobre, con un campionatore di polveri presso un’abitazione. I residenti lamentano infatti un’eccessiva presenza di polvere a causa dei numerosi passaggi di mezzi pesanti delle aziende incaricate dal Cociv. Nei venti giorni di verifiche, dal 20 settembre all’8 ottobre, sono state tenute sotto controllo in particolare le polveri PM10, potenziale causa di infiammazione delle vie respiratorie, come crisi di asma, o danneggiare il funzionamento del sistema cardiocircolatorio. Un’esposizione prolungata ad alte concentrazioni di polveri può determinare inoltre tosse e catarro, diminuzione della capacità polmonare e bronchite cronica.

Il tunnel del Terzo valico a Voltaggio

I risultati delle analisi effettuate dall’Arpa sono a norma di legge: “Durante i diciannove giorni validi di misura, per le polveri PM10 non si sono registrati superamenti del limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 da non superarsi per più di 35 volte l’anno” e “non si sono registrati superamenti delle soglie di impatto, indice di eccessiva polverosità”. Però, come ha scritto l’agenzia, “i valori medi, registrati a Voltaggio per le PM10, sono stati di 25 microgrammi/m3 in linea con quanto registrato dalle stazioni fisse di confronto di Novi Ligure e Arquata Scrivia”, quest’ultimo considerato uno dei Comuni più inquinati a causa della presenza di fabbriche e di strade con molto traffico. L’Arpa ha comunque registrato “tuttavia alcune giornate in cui i valori di PM10 a Voltaggio mostrano valori più elevati rispetto alle stazioni di confronto; considerato che l’area di Voltaggio presenta un fondo ambientale più basso, si consiglia di ripetere l’indagine in periodo invernale in condizioni peggiorative per l’inquinamento atmosferico.”. Il Comune chiederà all’Arpa chiederà di riposizionare la centralina in inverno.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMaltempo. Il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per la provincia di Alessandria.
Articolo successivoMeet & greet con Giulia Salemi al Luxury Zone del Serravalle Designer Outlet