Giornate Europee del Patrimonio: sul Forte per ammirare il crepuscolo.

Appuntamento oggi a Gavi: biglietto a 1 euro dalle 17,30

0
218

Sul Forte di Gavi per ammirare il crepuscolo. Oggi, sabato 26 settembre, sarà possibile godere del meraviglioso paesaggio della val Lemme dalla fortezza genovese nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio. “All’insegna dello slogan “Imparare per la vita” – spiegano dalla Direzione regionale dei musei -, scelto dal MiBACT in linea con il tema indicato dal Consiglio d’Europa Heritage and Education – Learning for Life, la Direzione regionale Musei propone un articolato programma di visite guidate, spettacoli ed eventi speciali nei musei statali in Piemonte. Sabato 26 settembre sono anche previste aperture straordinarie serali con biglietto di ingresso al costo simbolico di 1 euro”. In provincia di Alessandria, il Forte di Gavi prolunga l’apertura dalle 8,30 fino alle 20,30 nella giornata di sabato 26 settembre, con biglietto a 1 euro dalle 17,30, permettendo di ammirare al crepuscolo gli spazi di questa eccezionale struttura, scaturita da un processo di stratificazione storica che va dall’Alto Medioevo, con la presenza documentata di un antico castello, all’età contemporanea, con le memorie delle due guerre mondiali, sino ad apparire oggi un esempio di architettura di difesa perfettamente integrato nel paesaggio circostante”.

L’ingresso del Forte

Domani il Forte è invece aperto dalle 9 alle 13. “La manifestazione delle Giornate Europee del Patrimonio, che costituisce da tempo un importante appuntamento – spiega la direttrice Enrica Pagella – assume quest’anno un significato ancor più particolare: alla luce della difficile prova imposta dall’emergenza sanitaria, abbiamo infatti il dovere di mantenere viva l’attenzione sul ruolo della cultura nella società, mettendo in rilievo gli strumenti che ne possono derivare anche per fronteggiare le fasi di crisi”. Biglietti: intero 5 euro; ridotto 2 euro dai 18 ai 25 anni; gratuito per minori di 18 anni; ulteriori riduzioni e gratuità in base a disposizioni di legge; Sabato 26 settembre, dalle 17,30 alle 20,30, intero 1 euro. Prenotazione obbligatoria scrivendo a [email protected] o telefonando al tel. 0143/643554.