In cammino sulla via Postumia, Andrea Devicenzi attraversa il Basso Piemonte

0
451

Un lungo viaggio a piedi “coast to coast”, è quello che sta intraprendendo l’ atleta paraolimpico,  Andrea Devicenzi . 930 chilometri in 48 tappe per testimoniare le storie di abitanti, imprenditori, professionisti, che, come ha spiegato l’atleta,  “dimostrino forza di ripartenza e resilienza nel affrontare questo difficilissimo momento”.

Noto per le sue imprese sportive, Devicenzi è partito da Grado, splendida località friulana che si affaccia sul Mar Adriatico e, per raggiungere Genova, la sua meta conclusiva, sta attraversando il territorio del Basso Piemonte.

Devicenzi con il sindaco Benasso
Devicenzi con il sindaco Benasso

Questa mattina Andrea si trovava a Carrosio, da qui, ha camminato sulla strada provinciale ed è arrivato a Voltaggio, dove ha fatto una breve sosta. “Andrea e il suo staff, Bianca, Simone e Luca – ha spiegato il sindaco Giuseppe Benasso – si sono fermati un momento, ci siamo presentati e abbiamo scambiato qualche breve impressione. Ci siamo scambiati i doni: da parte sua la maglietta dell’evento, da parte mia un assaggio dei nostri amaretti, il recente pieghevole su Voltaggio e, per condividere con lui le mie antiche esperienze podistiche, alcune foto di maratone con i ciclisti voltaggini che mi accompagnavano”.

Il viaggio di Andrea Devicenzi, lungo l’antica via Postumia prosegue verso il Passo della Castagnola, la notte la trascorrerà a Fraconalto, domani attraverserà Campomorone e Pontedecimo, per arrivare, come previsto,  sabato 17 ottobre nella Città della Lanterna.

Devicenzi, classe 1973, all’età di 17 anni, in seguito ad un incidente stradale in moto, ha perso la gamba sinistra. Questo non gli ha impedito di raggiungere altissimi traguardi. Nel 2010 ha raggiunto  in bici, la vetta del KardlungLa in India, a quota 5.602 metri. Nel 2011 ha partecipato all’Olimpiade delle Randonnèe, la Parigi/Brest/Parigi, primo amputato della storia a concluderla sotto il tempo massimo di 80 ore, in 72 ore e 42 minuti. Nel 2012 ha vinto la medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Paratriathlon in Israele, affrontando la fase di corsa con le stampelle. Nel 2013 con la maglia della Nazionale di Paratriathlon, ha vinto in Turchia la Medaglia d’Argento ai Campionati Europei di Triathlon. Nel 2016 in Perù, ha affrontato  un’avventura in solitaria, 1.200 chilometri in bici da Lima a Cusco e con le stampelle, i 42 chilometri dell’Inca Trail in 4 giorni nelle Ande per raggiungere il sito archeologico del Machu Picchu. Nel l 2018 ha percorso i 500 chilometri della Via di Francesco, dal Santuario de La Verna fino a Roma in 22 giorni, che raddoppierà nel 2019 percorrendo 1.000 chilometri sempre a piedi della Via Francigena del Nord dalla Valle d’Aosta fino a Roma.

(foto facebook)