Per 5000 bambini e ragazzi le iniziative di Perosi.EDU

Laboratori musicali nelle scuole per i bambini e il 26 maggio, alle 21, il concerto gratuito “Una notte a scuola!” dell’Orchestra ASO di Asti. Al via la mostra dedicata a Perosi ed ai suoi manoscritti inediti donati dal Lions Tortona Castello nel Polo museale della Diocesi.

0
1271

All’interno del “Festival delle Orchestre giovanili”, che inizierà domenica 14 maggio, si terrà Perosi.EDU, un momento educativo aperto a 5000 bambini e ragazzi. Una sorta di spin off di “Perosi 2017 – Tortona città della musica”, caratterizzato da iniziative culturali e didattiche, realizzate attraverso laboratori musicali, concerti per bambini, saggi e tour nei luoghi simbolici perosiani, il tutto organizzato in collaborazione con le scuole di Tortona.

Come l’anno scorso, i giovani avranno la possibilità di partecipare ai “PerosiDay”, laboratori e lezioni tenute dai maestri, docenti e professionisti del Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria e da altri Istituti musicali della provincia, che li coinvolgeranno nella conoscenza degli strumenti e della musica classica, anche quella composta da Lorenzo Perosi. Tutti i laboratori si terranno in luoghi artistici e culturali molto importanti come il Museo diocesano dove sarà allestita la mostra dei cimeli perosiani e dei manoscritti inediti di Perosi, la Pinacoteca messa a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, l’Episcopio di Tortona con il pianoforte di Lorenzo Perosi, il Teatro Civico, il Palazzo Guidobono, la Curia.

Per sostenere e promuovere l’attività didattica, Perosi.EDU promuove anche i saggi tenuti dai giovani delle scuole di Tortona. Venerdì 12 maggio, alle 21, nel cortile dell’Oratorio di San Bernardino, si terrà il saggio “Sinfonia Derthona” con gli studenti dell’Istituto Comprensivo Tortona B , coordinato da Alberto Defrancisci (diplomato in flauto traverso, non ha mai perso la speranza di diventare un grandissimo concertista, ma ultimamente preferisce far suonare e cantare i propri alunni della scuola primaria di Tortona). Martedì 30 maggio sempre alle 21, si svolgerà invece il saggio “L’Orto dei Sogni” al Cinema Megaplex Stardust con i bambini della Scuola “Rodari” (classi 4e e 5e, Istituto Comprensivo Tortona A), scritto e diretto dal Maestro Carlo Chiddemi (musicista e compositore, è anche autore di un vasto repertorio musicale finalizzato al mondo dell’infanzia).

Il programma di Perosi.EDU è molto ampio e dà ai bambini e ai ragazzi diverse opportunità di crescita in un contesto divertente e di grande unione. Ne è un esempio “Una notte a scuola!”, durante la quale i giovani saranno impegnati per un’intera giornata, quella di venerdì 26 maggio: la mattina con un laboratorio e alle 21 con il concerto gratuito dell’Orchestra ASO di Asti, nella scuola dell’infanzia “Mary Poppins”, aperto a bambini, ragazzi e genitori delle scuole di Tortona.

I bambini inoltre visiteranno il Museo diocesano di Tortona, che ospita la mostra “Manoscritti inediti e cimeli perosiani”, dedicata a Don Lorenzo Perosi e ai suoi manoscritti inediti, nel Polo museale della Diocesi. La mostra dalla mattina dell’11 maggio sarà, poi, aperta al pubblico con ingresso gratuito e su prenotazione (telefonando al numero 0131816609), e tutti i fine settimana fino al 18 giugno, giorno delle “Invasioni musicali”, giornata di musica libera, nel centro storico di Tortona. Per informazioni sugli orari: www.diocesitortona.it, www.lorenzoperosi.net

«Il programma che andiamo a presentare – spiega Marcella Graziano, assessore alla Cultura del Comune di Tortona – è vastissimo e coinvolge in maniera molto forte, oltre a tutti i tortonesi, le scuole con una serie di iniziative che le vede coinvolte. Mi piace pensare che si parli di educazione musicale nelle scuole, partendo non solo dallo studio ma dal canto, da quello che i ragazzi ci faranno sentire. Perosi.EDU sarà un momento davvero importante, parliamo di Perosi, parliamo di musica a 360 gradi. Sono molto contenta di questa iniziativa, della risposta che hanno dato le scuole, che hanno dato nel 2016 tutti i tortonesi e che daranno a maggior ragione nel 2017. Ci hanno visto, ci hanno sentito dal Piemonte e non solo ed è un modo molto bello e collaborativo per parlare di Perosi non solo ai nostri concittadini, ma a tutti».