Rocchetta Ligure. I vigili del fuoco in soccorso delle tre caprette intrappolate sulla ripa.

0
418

AGGIORNAMENTO

Le caprette sono finalmente libere!!!Ora possono mangiare e bere.

E’ in corso il salvataggio delle tre caprette intrappolate da circa una settimana in un crepaccio sulla rupe di conglomerato a Rocchetta Ligure. Un canalone impervio senza alcuna vegetazione e naturalmente senza acqua.

Lo stesso canalone da dove è precitato, lasciandoci la vita, l’antiquario Giuliano Gogna.

Giuliano dalla sua casa le aveva viste in grave difficoltà e, venerdì 4 novembre, ha deciso di soccorrerle portandole del cibo, ma anche per capire come aiutarle ad uscire  da quella situazione. Era riuscito a raggiungerle e a cibarle ma, la roccia estremamente friabile non ha retto. Un volo di 30-40 metri e per Giuliano la sua passione per gli animali è stata fatale.

I tre figli, gli amici e le tantissime persone che amavano questo uomo gentile, colto e simpatico hanno considerato che la morte di Giuliano non dovesse essere inutile e quindi che le tre caprette andassero salvate. Così sabato mattina, un amico speciale, Roberto Corana, insieme ad altre persone, ha allertato i vigili del fuoco affinché intervenissero. Ha inviato foto e indicazioni esatte sul posto in cui i tre animali si trovano.

In questo momento, con non poche difficoltà, i soccorritori, coordinati dal capo squadra Giorgio Allegrina, hanno raggiunto le caprette e stanno  tentando di portarle fuori dal crepaccio.

Sulla strada a ridosso della ripa tante persone aspettano trepidanti di vederle in salvo. Intanto le tre caprette, lanciano belati strazianti, sembrano capire che forse, tra qualche ora, saranno finalmente  libere di correre nei prati.