Torna la Festa da Cuntrò ‘d Sua. “Nonostante tutto ci siamo!”

Il 18-19-20 settembre nel cuore del centro storico di Serravalle Scrivia.

0
260
Festa della Cuntrò 'd sua

Nonostante le difficoltà, l’amministrazione comunale di Serravalle Scrivia ha rinnovato l’appuntamento con la tradizionale “Festa da Cuntrò ‘d Sua”, legata alle celebrazioni religiose della festa patronale della Madonna Addolorata,  che si svolge ogni anno nella  “contrada di sopra” nel cuore del centro storico che, come dice il poeta Gianni Bobbio: “…inizia là da Bianchi, in fondo alla piazza della Chiesa e prosegue bella dritta, un po’ più larga e un po’ più stretta.  Tra la Canonica e la Parrocchia, c’è una curva con un angolo, dopo la piazza del Comune, fa un’altra deviazione…

“Abbiamo tenuto molto alla realizzazione di questa festa – ha detto l’assessore al turismo Marina Carrega– e non ci saremmo riusciti senza il prezioso contributo dell’Associazione turistica Pro Loco e quello artistico dell’Associazione “Amici dell’Arte”.. Abbiamo voluto in particolare mantenere, anche con le nuove regole, l’appuntamento culinario con l’asado”.

Si Inizia venerdì 18 alle 20. 45 quando  sarà inaugurata Piazza II Risorgimento (Piazza del Municipio), dopo i lavori di riqualificazione. La serata proseguirà  in Piazza Pallavicini con il concerto del corpo musicale “Pippo Bagnasco”, diretto dal maestro Giuseppe Carlone.

Sabato 19 e domenica 20 sarà invece protagonista il tradizionale appuntamento culinario “Mangemu ‘n ta Cuntrò”, realizzato grazie all’ impegno della Pro Loco. Con particolare attenzione alle disposizioni anti-covid, la cena sarà effettuata rigorosamente su prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Sarà indispensabile la prenotazione al 347 5647486, oppure presso il Bar Fella. Si cenerà in due turni: il primo dalle 19 alle 20.30, il secondo dalle 21, per permettere la sanificazione tavoli che saranno disposti secondo le regole di distanziamento previste dalla legge e nelle aree comuni vigerà l’obbligo della mascherina. Nel menù :ravioli, asado, patatine, dolce, acqua, vino. Verrà allestito un angolo per l’asporto, per poter gustare a casa propria le pietanze proposte.

Le due serate avranno come colonna sonora la musica da ascolto; sabato  con il maestro Paolo Bagnasco e domenica con Debora Sbarra, entrambi accompagnati da orchestra in “formato light” (saranno predisposti posti a sedere distanziati).

Inoltre, come di consueto ci sarà Pesca di Beneficenza organizzata dalla Parrocchia e la mostra di Pittura e Fotografia degli “Amici dell’arte” che ogni anno aggiunge valore artistico alla festa.

L’evento è organizzato in modo da garantire la massima sicurezza dei partecipanti. Verranno adottate le misure di distanziamento necessarie per la tutela della salute. Per partecipare occorrerà registrarsi all’ingresso ed essere muniti di mascherina.