Voltaggio: serata con il sindaco denunciato per aver tutelato il suolo.

Matilde Casa, primo cittadino di Lauriano (Torino), a processo per aver impedito di costruire 40 villette e poi assolta, ospite di Legambiente e delle Aree protette dell’Appennino piemontese

0
754
Palazzo Gazzolo

Tre anni fa le è stato consegnato il premio Ambientalista dell’Anno, dedicato a Luisa Minazzi. Domani, sabato 9 febbraio, alle 21 sarà a Voltaggio, a palazzo Gazzolo, ospite delle Aree protette dell’Appennino piemontese e del Circolo Legambiente Val Lemme. Matilde Casa, sindaco di Lauriano (Torino), sarà una delle relatrici dell’incontro pubblico dal titolo “Consumo di suolo, servizi ecosistemici e green infrastructures”. La prima cittadina del Comune torinese era stata premiata per la sua importante azione di tutela del suolo e del paesaggio. Aveva infatti restituito all’uso agricolo, tramite una variante al piano regolatore, un terreno sul quale erano previste quaranta villette. Un atto che l’ha portata in tribunale dopo una denuncia penale per abuso d’ufficio per “avere provocato intenzionalmente un danno ingiusto”, avendo “trasformato un terreno edificabile in terreno agricolo”, secondo quanto sosteneva il denunciante.

Matilde Casa

La sindaca era stata po assolta. Insieme a Matilde Casa, saranno presenti Damiano Di Simine, responsabile scientifico sul Suolo di Legambiente e membro del Centro di ricerca sui consumi di suolo; e Stefano Salata, tecnologo Td del Politecnico di Torino e collaboratore del Centro ricerca sui consumi di suolo. “Il suolo – spiegano gli organizzatori – è una risorsa non rinnovabile che va protetto per garantire il nostro cibo, la tutela della biodiversità, la protezione dal rischio idrogeologico e per lottare contro i cambiamenti climatici. Durante l’incontro faremo il punto della situazione sul territorio nazionale e analizzeremo il ruolo fondamentale del suolo per l’ecosistema”. Conduce la serata Flavia Bianchi, architetto urbanista e membro del consiglio di presidenza di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta La serata è aperta a tutti e l’ingresso libero.