Albano & C. scivolano sull’asilo Principe Oddone

Il vicesindaco accusa la materna di nascondere il bilancio, in realtà disponibile proprio sul sito del Comune. Confermati i tagli.

0
2283
Il Consiglio comunale di Gavi
Il Consiglio comunale di Gavi

Il vicesindaco di Gavi Nicoletta Albano accusa gli amministratori dell’asilo Principe Oddone di poca trasparenza ma prende la classica cantonata davanti a tutto il Consiglio comunale.

Sabato mattina, durante la seduta nella quale è stato approvato il bilancio comunale di previsione 2017-2019, la minoranza ha portato la discussione, inevitabilmente, sulla situazione della scuola materna, in cattive acque economiche anche a causa della riduzione dei contributi pubblici. Fra i tagli maggiori, come avviene da anni, ci sono quelli decisi dal Comune, passato da 13 mila a 3 mila euro. Cifre importanti per questo istituto di beneficenza, l’unico in paese a occuparsi dei bambini. Per far quadrare i conti il mese scorso gli amministratori hanno dovuto aumentare le rette mensili di 40 euro: la conseguenza è una riduzione delle iscrizioni al prossimo anno scolastico. Il presidente Giovanni Bassano no ha usato mezze parole: servono soldi. Nel bilancio di previsione del Comune sono però indicati oltre 14 mila euro l’anno fino al 2019: che Albano & C si siano improvvisamente ravveduti? Per nulla.

Il vicesindaco di Gavi Nicoletta Albano

Mario Compareti, capogruppo di minoranza, ne ha chiesto conto: “Sui giornali leggo dei tagli nei confronti dell’asilo e a bilancio, invece, ci sono quasi 15 mila euro all’anno”. “E’ sbagliato parlare di tagli – ha spiegato il vicesindaco Nicoletta Albano, delegata a parlare dal come sempre silente sindaco Rita Semino -. Non possiamo per legge dare dei soldi come avveniva un tempo a un’istituzione privata altrimenti dovremmo risponderne alla Corte dei conti. I fondi indicati sono i contributi che devono arrivare da Regione e Provincia”. È la conferma che dal municipio nei prossimi anni non uscirà un euro per i bambini di Gavi. Oltretutto, nel bilancio dell’asilo c’è già una voce dedicata ai contributi arrivati dalla Regione. Compareti ha replicato: “Il Principe Oddone è un ente di diritto pubblico che dà un servizio importante al paese, per questo deve essere sostenuto”.

Mario Compareti, capogruppo di minoranza

Albano ha però proseguito il suo intervento sostenendo che “da due anni chiediamo una copia del bilancio dell’asilo ma questo ci viene negato”. Il capogruppo di minoranza a quel punto ha rilevato come il documento della scuola materna “viene affisso dal 2009 all’albo pretorio del Comune di cui voi siete amministratori”. Nulla da fare: il vicesindaco ha replicato che “si tratterà del sito della Provincia ma non certo del nostro”. “Allora viene pubblicato sul sito del Comune a sua insaputa”, ha concluso Compareti. Tutti possono leggere il bilancio del Principe Oddone all’albo pretorio comunale, dove è affisso dal 22 febbraio come avviene dal 2009.

Consulta qui il bilancio del Principe Oddone.

L’asilo Principe Oddone di Gavi