“Chiese aperte in Val Borbera” un tour nei luoghi sacri.

0
153

In occasione della 9° edizione della “Lunga notte delle Chiese“, che si svolge in contemporanea in tutta Italia, venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno, tanti piccoli luoghi di culto, difficilmente visitabili, saranno aperti a pubblico. All’evento hanno aderito in Val Borbera 17 chiese che, alle otto di sera di venerdì 7 giugno, suoneranno in contemporanea le loro campane.

Il programma prevede visite guidate ed eventi particolari.

S’inizia quindi venerdì 7 giugno, alle 17, dalla chiesa di Sant’Antonio Abate a Rocchetta Ligure.Alle 18 aprirà le sue porte il Museo di Arte Sacra, situato a palazzo Spinola, sempre a Rocchetta. Segue aperitivo. Dalle 21 alle 23 visita guidata al Santuario della Madonna della Guardia a Rosano. Dalle 21.30, “Candel light path”, segue karaoke e spuntino di mezzanotte.

Sabato 8 giugno, le visite iniziano alle 14.30 alla chiesa di San Giacomo a Costa Merlassino; alle 15.30 sarà aperta la chiesa di Sant’Andrea a Zebedassi; alle 16.30 la chiesa della Madonna dell’Assunta a Borgo Adorno, risalente al XII secolo. Nella chiesa dedicata a Santa Caterina a Cantalupo, la visita inizia alle 17.30 e, alle 18 sarà celebrata la messa.

Gli abitanti di Teo, frazione di Cabella invitano nella piccola chiesa di San Bernardo dove alle 18.15 ci sarà raccontata la “Storia recitata di Teo e del suo oratorio”. Segue apericena. Nella chiesa di San Lorenzo a Cabella Ligure, a cura della Corale Alta Val Borbera, “Voi ch’amate lo Criatore”, lettura storica- artistica- spirituale- musicale degli affreschi della volta della chiesa.

Domenica 9 giugno, alle 9 del mattino apre la sua porta la chiesa di San Gaetano ad Astrata, si sale alle 10 a Santa Maria di Albera nella cinquecentesca chiesa dedicata alla Madonna della Neve, dove sarà offerto un rinfresco. Alle 11, a Vendersi, visita alla chiesa dedicata ai Santi Luca e Fortunato, edificata nel 1700 sulle rovine di una chiesa del VII secolo. Il tour prosegue a Pallavicino nella chiesa di San Bernardo; segue i pranzo da Betta.

Il pomeriggio inizia al Ghiare di Mongiardino dove ci attende la chiesa della Madonna della Neve eretta nel 1740. A seguire buffet. Alle 16 sarà protagonista il Santuario di Montemanno, qui sarà offerta una merenda. Alle 17.30 il pomeriggio prosegue con una passeggiata sul sentiero sterrato che, dalle chiesa di San Giorgio porta alla Cappelletta della Madonna delle Grazie. Segue bicchierata con torta. La giornata si conclude al Santuario della Madonna della Guardia a Pagliaro Inferore.

Tutti gli eventi sono a ingresso ibero.

ph: Massimo Sorlino