Lavori e disagi, alcune modifiche alla viabilità

0
211
Piazza XX Settembre a Ovada

OVADA. I lavori preliminari al rifacimento di piazza XX Settembre hanno reso necessarie modifiche alla circolazione. Da giovedì  sino ad ultimazione lavori, il transito dei veicoli in uscita verso la rotatoria verrà deviato sulla corsia riservata al transito degli autobus. Il cantiere che si occupa del riposizionamento delle utenze in vista della riqualificazione della piazza e dei marciapiedi nelle vie del commercio tradizionale, si sposterà in via Cairoli. I lavori preliminari proseguono in continuità nella via attigua da venerdì 22 febbraio. Sempre dalle 7 alle 19 in via Cairoli non potrà circolare alcun veicolo. I mezzi di soccorso ed emergenza eccezionalmente potranno accedere da Via Lung’Orba tramite la salita dei Cappuccini. Sarà garantita la transitabilità pedonale.

L’amministrazione comunale fa sapere che si tenterà di ridurre al minimo i disagi dovuti alla modifica temporanea della viabilità. Al contempo proseguono il rifacimento dell’attraversamento pedonale in via Carducci e la ristrutturazione del porfido sulle rotatorie in piazza Castello.

La modifica delle condotte del gas e dell’acqua deve avvenire prima della messa in opera dei nuovi marciapiedi. I lavori sono iniziati sotto la neve partendo dalla sostituzione dei tubi del metano, cominciando dal lato est del parcheggio, dall’ angolo di via Torino fino a metà piazza, per non stravolgere la viabilità su tutta la lunghezza con i divieti di sosta e gli spazi limitati. Si procede per settori, ora si scava in prossimità della rotatoria, da qui il cantiere proseguirà nel tratto di via Cairoli fino a Piazza San Francesco. La piazza delle corriere, via Torino e Via Cairoli sono al centro del progetto di riqualificazione, che risponde alla necessità di rifare i marciapiedi e riordinare l’assetto dei parcheggi e al contempo promuove la valorizzazione del commercio tradizionale. Il progetto sarà finanziato dal Comune e dal contributo di 123 mila euro della Regione, che premia il piano di riordino funzionale di piazza XX Settembre e delle vie del commercio per rivitalizzare il centro storico come centro commerciale naturale. Il progetto costerà complessivamente 420 mila euro, a livello piemontese è ai primi posti della graduatoria perché il Comune ha saputo coinvolgere i negozianti.