A Grondona Roberto Menichetti in concerto sul prezioso organo “Giuliani”

Domenica 30 agosto, secondo concerto della Stagione degli Amici dell'Organo.

0
199

Sarà il Maestro Roberto Menichetti, il protagonista del secondo concerto della quarantunesima Stagione degli Amici dell’Organo.

Domenica 30 agosto alle 17.30  Menichetti suonerà il preziosissimo organo  “Giuliani” risalente al 1837, nella Chiesa parrocchiale di Grondona.

E’ uno strumento dalle caratteristiche assai arcaicizzanti, perciò il raffinato programma che proporrà il Maestro sarà interamente dedicato al Barocco italiano e straniero, includendo anche interessanti pagine di origine nordica e di raro ascolto.

Da questa edizione prende il via l’esperimento di affiancare ad un concerto l’illustrazione di un’importante opera d’arte presente nelle chiese dove i concerti si tengono;  gli intervenuti avranno così l’opportunità di avere conoscere affreschi, quadri, sculture, probabilmente visti più volte, ma senza conoscerne la storia e la provenienza.

Il dottor Silvano Bellò, assessore alla Cultura del Comune di Grondona, storico locale e curatore del sito archeologico di Libarna, parlerà brevemente della bellissima Madonna lignea che nessuno che entri nella chiesa di Grondona può fare a meno di notare. Sarà una piacevole scoperta specialmente per chi è appassionato di musica ma non altrettanto competente nel campo delle arti figurative.

La Stagione “Amici dell’Organo”, è sostenuta dalle Fondazioni Crt, Cral, SociAl, dalla Regione Piemonte e dall’Amag.

 Roberto Menichetti è nato a Pisa, si è diplomato al Conservatorio di Musica di Firenze, prima in Pianoforte e poi in Organo e Composizione Organistica, con il massimo dei voti. Intrapreso lo studio del Clavicembalo, si è diplomato a pieni voti nel 1992, presso il Conservatorio di Bologna. Nel 1991 si è trasferito ad Amsterdam, dove ha studiato Clavicembalo con Gustav Leonhardt, ottenendo il Diploma di concertista nel 1993 al Conservatorio “Sweelinck” della stessa città.

Si è distinto in alcune delle più importanti competizioni internazionali, tra i quali il  Concorso Internazionale per Clavicembalo di Bruges, considerato uno dei palchi più ambiti e conosciuti per le competizioni relative alla musica antica. Dopo aver insegnato in diversi Conservatori italiani, attualmente è titolare di cattedra al Conservatorio Statale di Musica “G. Puccini” di La Spezia.  E’ Diacono permanente della Diocesi di Pisa.