Castagnola, dopo oltre 50 anni chiude il ristorante “Da Bacci”.

Il famoso locale nel territorio di Fraconalto chiude i battenti: la sua specialità è sempre stata la pasta fatta a mano

0
2898

È una delle mete preferite dei buongustai ma dal primo gennaio chiuderà. È lo storico ristorante Da Bacci, a Castagnola, nel Comune di Fraconalto. I titolari, Mauro Repetto e la moglie Laura, hanno deciso di chiudere il locale “per raggiunti limiti di età”, dopo una vita passata in cucina a preparare piatti apprezzati dai tantissimi clienti liguri, piemontesi e non solo. La caratteristica principale di questo locale, aperto nel lontano 1964 da Giovanni Battista Repetto, per tutti “Bacci”, papà di Mauro, è sempre stata la pasta fatta a mano, in particolare i ravioli, ma anche tagliatelle e lasagne, accompagnati soprattutto con carne di selvaggina.

Da sinistra, Sara, Laura e Mauro Repetto

“Mio papà – racconta il titolare – nel 1964 comprò la trattoria “Da Romolo” qui a Castagnola. Lui lavorava alla Miralanza, la fabbrica dei detersivi di Genova Rivarolo, e aveva deciso di mettersi in proprio”. Per dieci anni, insieme alla moglie, Bacci ha proseguito l’attività della vecchia trattoria. Poi, nel 1974, ha costruito il nuovo ristorante, all’epoca, fino al 1982, anche albergo. “Adesso, semplicemente – racconta Repetto, consigliere comunale a Fraconalto – io e mia moglie abbiamo entrambi più di sessant’anni e diventa ogni giorno sempre più pesante cucinare come abbiamo sempre fatto”. I coniugi Repetto, con la figlia Sara, colgono l’occasione per ringraziare tutti i loro clienti.