Elezioni: i 5 stelle puntano su Lucia Zippo contro Muliere e Cabella.

Ufficializzato il terzo candidato sindaco in vista delle amministrative di primavera. Nessuna notizia invece della lista dei No Terzo valico

0
748

Sarà a tre, almeno per ora, la sfida elettorale a Novi Ligure. Dopo l’ufficializzazione della ricandidatura di Rocchino Muliere (Pd e centrosinistra) e di Gian Paolo Cabella (Lega e centrodestra), in questi giorni è arrivata la conferma per Lucia Zippo, eletta consigliere comunale di minoranza cinque anni fa con i 5 stelle. Nessuna notizia invece per i No Terzo valico, che alla fine della scorsa estate avevano paventato una lista tutta loro in alternativa propri ai 5 stelle, accusati di “tradimento” proprio sulla Grande Opera, che non è stata fermata dal governo gialloverde, come promesso, poiché i lavori sono andati troppo avanti e uno stop causerebbe un danno alle casse pubbliche. Il nome del loro possibile candidato, il geologo Davide Fossati, non sarebbe stato gradito a tutti gli esponenti del movimento e, oltre ad altri dissidi interni, la creazione della lista, almeno per ora, sarebbe sfumata. Tornando ai candidati ufficiali, Lucia Zippo in questi cinque anni ha fatto parte del gruppo dei 5 Stelle insieme a Fabrizio Gallo, candidato sindaco nel 2014, sconfitto al ballottaggio da Muliere, e prima con Luigi Gambarotta, dimessosi per questioni di lavoro, e poi con Giacomo Chirico. Il gruppo ha messo in atto un’opposizione che il centrosinistra non vedeva da molto tempo.

Lucia Zippo

Troppe volte, infatti, nel recente passato la maggioranza era stata salvata proprio dall’opposizione di centrodestra, specie su temi cruciali come il Terzo valico, come era accaduto durante il secondo mandato di Lorenzo Robbianoin occasione di una mozione contraria all’opera presentata dagli esponenti del Prc e dei Comunisti Italiani. È stato grazie ai 5 stelle, solo per citare un esempio, che è emersa l’assenza dei certificati di prevenzione incendi nelle scuole cittadine, per i quali l’amministrazione comunale sta provvedendo. In primavera però la loro lista potrebbe pagare alcune scelte del governo molto discutibili, a cominciare dalla vicenda Salvini, oltre che dalla vicenda del Terzo valico ma si sa anche che spesso il voto locale differisce dal nazionale. Lucia Zippo, consulente aziendale, tributario e del lavoro, come i suoi colleghi in questi cinque anni ha potuto conoscere al meglio i meccanismi dell’amministrazione comunale, anche come presidente della Commissione Bilancio. Nel caso venisse eletta sarebbe la prima donna sindaco di Novi Ligure, oltre a spezzare il monopolio politico del centrosinistra, al governo dal dopoguerra, tranne la parentesi del pentapartito (il Psi che lasciò il Pci per la Dc e altri partiti minori) tra il 1985 e il 1990.