Gavi: arriva a teatro “Blasé” una pungente critica alla tendenza della società ad uniformarsi

0
693

Blasé è la tendenza della società a far apparire ogni cosa di un colore uniforme, di un gusto che non sa di niente, uguale a mille altre cose. Blasé è l’incapacità di scegliere, Blasé è la vita del protagonista la cui voglia di reagire lo porta ad entrare armato in un magazzino di e-commerce, prendendolo in ostaggio. I

Michele Puleio

l punto di vista passa anche attraverso gli ostaggi: un laureato che ricopre il ruolo più infimo del magazzino, un capo settore che non vuole più avere un cactus come compagno di vita, un’impiegata con la sindrome di Stoccolma, un esperto di marketing che cura l’immagine di una blogger che recensisce coppette mestruali. Blasé è la società che usa ogni messaggio, positivo o negativo, non per migliorarsi ma per confermare sé stessa. Tutto questo andrà in scena sabato 6 Novembre alle 21 al Teatro Civico di Gavi.

“Blasé” è  un monologo a più voci interpretato da Michele Puleio con la regia e la drammaturgia di Luca Zilovich e le musiche di Raffaello Basiglio.

La rappresentazione si svolgerà seguendo tutte le norme Anti-Covid19 previste dalla legge. E’ necessario il Green Pass. É consigliata la prenotazione via mail all’indirizzo [email protected] o al numero 345-0604219.

Lo spettacolo fa parte del progetto “Ri-generazioni Artistiche” organizzato dall’associazione culturale Commedia Community e dal collettivo Officine Gorilla e selezionato dal bando “Corto Circuito 2020” di Piemonte dal Vivo con il contributo di Fondazione CRT e Regione Piemonte. In collaborazione con i comuni di Arquata Scrivia e Gavi.