Giornate studio a Novi dedicate a Romualdo Marenco

0
313

L’Amministrazione Comunale ha organizzato due giorni di studio dedicati alla figura di Romualdo Marenco.

Un incontro è previsto domani, 22 febbraio, alle 9.45 al Museo dei Campionissimi ed è riservato alle scuole, e una “Tavola rotonda” aperta a tutti, sempre alle 9.45, ma all’interno della Sala Conferenze della Biblioteca civica.

Il programma di venerdì 22 febbraio prevede le relazioni “Romualdo Marenco, da Novi al mondo intero” a cura di Gennaro Fusco (editore ed esperto di Marenco) e “Mettere in scena: opera e ballo nell’Italia Umbertina” a cura di Marco Stacca (musicologo dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”). Sabato 23 febbraio invece si terrà una “Tavola rotonda per la valorizzazione della cultura musicale cittadina” aperta a tutti, alle ore 9.30, all’interno della Sala Conferenze della Biblioteca Civica.

Dopo i saluti del Sindaco Rocchino Muliere, dell’Assessore alla Cultura Cecilia Bergaglio e del maestro Maurizio Billi, compositore e Direttore d’orchestra, seguiranno le relazioni “Marenco, musica e teatro nella società della Nuova Italia” a cura di Antonio Rostagno e Marco Stacca (musicologi dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”) e a seguire “Excelsior, molto più di un ballo”, a cura di Gennaro Fusco, editore e studioso di Romualdo Marenco. In particolare, questo incontro è riservato alle Associazioni Musicali del territorio, ai musicisti, agli insegnanti di musica, agli operatori culturali, ai dirigenti scolastici e agli studenti con interessi musicali. Per le ore 12.00 sono previste discussione e conclusioni.

Per la partecipazione a quest’incontro sarà rilasciato, su richiesta, un attestato di partecipazione. Entrambe le iniziative sono ad ingresso libero e gratuito. Tutte le manifestazioni riguardanti il compositore Romualdo Marenco, così come gli incontri di studio e i convegni a lui dedicati, sono sostenuti dalla Fondazione CRT (Fondazione Cassa di Risparmio di Torino) e dalla Fondazione CRAL (Cassa di Risparmio di Alessandria) come già per le precedenti edizioni, nel 2018 e nel 2017.