“Girolibrando, leggiamo viaggiando”, arriva ad Arquata

0
904

Dopo Vignole, prosegue ad Arquata Scrivia, dall’11 al 17 marzo, “Girolibrando, leggiamo viaggiando”, l’evento legato al progetto  “Nati per leggere”.

La manifestazione ideata per favorire la lettura a scuola, in biblioteca e in famiglia, ha come scopo creare intorno ai giovani lettori, una comunità che condivida l’amore per i libri di qualità. La tappa arquatese, del progetto esteso a tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo, prevede per sabato 11 marzo alle ore 10, l’inaugurazione della fiera del libro per ragazzi da 0 a 14 anni, allestita, in collaborazione con l’associazione Librialsole, nei locali della scuola primaria. La fiera proseguirà lunedì 13 e martedì 14, negli orari di apertura della scuola. Saranno i locali della scuola d’infanzia, ad ospitare i laboratori di lettura ad alta voce, ai quali parteciperanno genitori e bambini da 0 a 6 anni: i piccoli da 0-3 anni, del nido “Morando” ascolteranno letture adatte alla tenera età, mentre i bambini dai 3 ai 6 anni ascolteranno la voce di insegnanti e genitori, nei vari laboratori di lettura che avranno, come filo conduttore, la parola.

Dal 13 al 17 marzo si avvicenderanno i laboratori creativi per l’infanzia: “Aria, acqua, terra, fuoco: i suoni degli elementi” a cura di Gabriella Perugini dedicato ai bimbi di tre anni; “Mater Materici” a cura di Fernanda Menéndez, per i bambini di 4 anni e “libri a tutto volume” con Federica Sassaroli per i bimbi di 5 anni. Nella primaria, gioco dell’oca sul libro “Tea e il salice ridente”, per classi 1°primaria e laboratorio “Un cane tutto tuo…” in collaborazione con Associazione novese Arca Onlus per le classi 3°B e 5°B primaria; e ancora per diverse classi letture ad alta voce nella Biblioteca civica. A seguire, l’incontro con l’autore Nicola Brunialti, per gli alunni della primaria e secondaria; martedì 14 marzo nell’aula magna della secondaria, le letture dei nonni e le letture in lingua straniera.

Venerdì 17 marzo, la manifestazione si concluderà con la condivisione, nello stesso momento, della libera lettura del proprio libro portato da casa, per tutti i presenti nell’edificio scolastico: alunni, insegnanti, collaboratori scolastici, personale di segreteria e della mensa.