Il Festival Lavagnino fa tappa a Novi Ligure e dedica la serata a due grandi sceneggiatori: Age&Scarpelli

0
174

Age&Scarpelli Suite” è l’evento dedicato al duo di sceneggiatori formato da Agenore Incrocci e Furio Scarpelli, organizzato nell’ambito del Festival Lavagnino nel suo appuntamento a Novi Ligure, che si svolgerà sabato 12 ottobre, alle 21, al Museo dei Campionissimi.

L’idea del concerto dal titolo “Sceneggiature in musica” è del violoncellista Matteo Scarpelli,  figlio di Furio e della pianista Catia Capua, per celebrare il centenario della nascita dei due grandi sceneggiatori,  protagonisti indiscussi della cinematografia italiana ed, in particolare, della commedia all’italiana. Age era nato il 4 luglio 1919 e Scarpelli nel dicembre dello stesso anno.

Al trio “Felix piano”, formato dai concertisti Catia Capua al pianoforte, Riccardo Bonnacini al violino e Matteo Scarpelli al violoncello, si uniscono Maurizio Raimondo al contrabbasso e  Pietro Pompei alla batteria, lo scopo è evidenziare le tinte di jazz swing e bossa nova volute dall’arrangiatore.

Ascolteremo musiche e vedremo pellicole che ripercorrono uno spaccato di storia italiana raccontati nei celebri film la cui sceneggiatura porta la firma di Age&Scarpelli, indimenticabili capolavori come:  La Grande guerra, Sedotta e abbandonata, C’eravamo tanto amati, Riusciranno i nostri eroi, Tutti a casa, Signore e Signori, I soliti ignoti, La banda degli onesti, Il postino, L’armata Brancaleone; Bravissimo, solo per citarne alcuni, accompagnati da altrettanto celebri note di grandi compositori, quali Rustichelli, Lavagnino, Trovajoli, Umiliani, Cicognini, Rota, Bacalov, Morricone.

Giacomo Scarpelli

Nel corso della serata presentata da Luciano Tirelli, le figlie del Maestro Lavagnino e il direttore artistico Luciano Girardengo, consegneranno ilLavagnino screenplay Award” allo sceneggiatore Giacomo Scarpelli, figlio di Furio e fratello maggiore di Matteo.  Giacomo insegna Storia della Filosofia all’Università di Modena ed è stato docente di narrativa e sceneggiatura all’Accademia del Cinema e della Televisione, Cinecittà. Nel corso della carriera ha ricevuto numerosi premi tra i quali le Grolle d’Oro per il Cinema al Festival di Saint Vincent per la sceneggiatura de Il romanzo di un giovane povero nel 1995 e de La Cena nel 1999 e, per la sceneggiatura de Il Postino ha ricevuto, oltre alla nomination agli Oscar 1995 dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, la nomination 1996 della British Academy of Film & Television Arts.

Sarà inoltre consegnata dal Vice Prefetto di Alessandria Paolo Ponta, la medaglia del Presidente della Repubblica, che da diversi anni viene assegnata alla direzione artistica del festival.

L’ingresso, a offerta libera, sarà destinata al Piccolo Cottolengo Don Orione di Tortona, a cura del Rotary Club Gavi Libarna.