Sabato 13 luglio Legambiente Ovadese, in collaborazione con Aree Protette dell’Appennino Piemontese e Legambiente Vallemme, protestano contro il fango che ha invaso i torrenti Piota e Gorzente. L’invito a partecipare è ai cittadini, alle amministrazioni locali e agli enti: “Riteniamo sia nell’interesse di tutti che si apra un procedimento concertato (che dovrebbe partire dalle nuove amministrazioni comunali appena rinnovate e diretto alla Regione) per chiedere maggior rilievo alle valenze ecosistemiche del territorio: a partire dalle prescrizioni per il rinnovo della concessione a IREN”.
L’occasione è l’appuntamento internazionale del BIG JUMP 2024, un evento che mira a ricordare alle persone perché e quanto amano i fiumi. Il Big Jump cerca di ispirare le persone a ricordare i forti legami che le uniscono agli ecosistemi di acqua dolce. E incoraggiarle a unirsi alla lotta per salvarli.
Vi aspettiamo sabato 13 luglio alle 11 sulla strada provinciale 170, per chi arriva da Ovada, appena passato il ponte sul Piota sotto Lerma, all’incrocio con la Strada della Cirimilla.
Insieme prenderemo atto della situazione del Piota e successivamente per chi è interessato risaliremo il corso dei torrenti per avvicinarci alla “fonte” del disastro.