Odori e sapori di leggende… mescolati ad arte e musica

Con questi e altri ”ingredienti” i bimbi della scuola dell'infazia di Vignole vengono accompagnati alla scuola Primaria

0
616

Quanta magia, divertimento e voglia di scoperta nei bambini piccoli. Quel tavolo imbandito con libri e tè ha incuriosito e attratto la loro attenzione fino al punto di calarsi nell’ascolto delle leggende in assoluto silenzio. Dapprima la leggenda cinese del tè potendo annusare le foglie di robois e vedere coi propri occhi quello che è capitato all’imperatore cinese…l’acqua trasparente diventare color oro ed infine …assaggiarne il suo sapore. Con quei semplici gesti e racconti anche la bevanda più conosciuta al mondo è diventata magica. Ma la sete di leggende non si è esaurita in quel momento e con un sottofondo al piano della maestra Cambiaso, si è passati dalla Cina all’Africa con la leggenda della tartaruga tratta dal libro di Emanuela Nava “E da quel giorno…”

In un progetto di continuità fra ordini diversi di scuola è fondamentale organizzare un incontro che accolga e getti le basi per un viaggio più lungo e impegnativo, quello che dovranno affrontare nella nuova scuola, ritrovando compagni passati e imparando a conoscere le maestre future. Ecco perché dopo la lettura, è stato deciso di far colorare e ritagliare i bambini della scuola dell’infanzia, aiutati sia dalle insegnanti presenti che dagli alunni della scuola Primaria. La protagonista della leggenda ossia la “tartaruga “ li accompagnerà nella classe prima e senza fretta li aiuterà a vivere la scuola, non solo come luogo dove s’impara a leggere e scrivere, ma prima di tutto dove si possono utilizzare conoscenze, abilità e, in genere, tutto il proprio sapere, in situazioni reali di vita.

Ed ecco i bimbi al lavoro!