Al Comune i fondi per il recupero della fontana di Lungarola.

Arrivati 7 mila euro dall’Ato6 Alessandrino. È uno dei tredici progetti finanziati tra Alessandria e Asti.

0
36
La fontana di Lungarola, a Gavi

Il Comune di Gavi ha ottenuto i fondi per recuperare la fontana di Lungarola, l’unica storica rimasta sul territorio comunale. L’Ambito territoriale ottimale (Ato) 6 Alessandrino, ente che governa la distribuzione dell’acqua in provincia e in parte dell’Astigiano, ha stanziato 7 mila euro a favore del Comune nell’ambito dei fondi previsti per recuperare lavatoi, abbeveratoi, pozzi e cisternoni, che “hanno da sempre rappresentato un luogo di incontro e di aggregazione, nonché punto di approvvigionamento idrico soprattutto nei piccoli paesi – spiegano dall’Ato 6 -. Col tempo la maggior parte delle fonti sono state dismesse e cadute in rovina, ma sono un patrimonio prezioso per il nostro territorio”. Finora l’Ato 6 ha riportato agli albori oltre 50 fonti, assegnando contributi ai Comuni pari al 70% della spesa, non oltre gli 8 mila euro. Per l’antica fontana di Lungarola, si diceva, Gavi ha ottenuto 7 mila euro. E’ uno dei tredici progetti finanziati dall’Ato6. Gli altri progetti riguardano Gamalero, Serole, Albera Ligure, Merana, Trisobbio, Cavatore, Morsasco, Cassinelle, Novi Ligure, Spigno Monferrato, Roccaverano, Belforte Monferrato. In totale, l’Ato 6 ha stanziato 93 mila euro. Esclusi dai contributi Borghetto Borbera, Ponzone, Carrega Ligure, Alice bel Colle, Cabella Ligure, Volpedo, Terzo, Bosio e Mornese.