Gli appuntamenti del fine settimana a Novi e dintorni

0
223
La battaglia di Novi

Quadri al Museo

Al Museo dei Campionissimi, venerdì 30 novembre alle 18,  i quadri di Novi, un’immagine della Città di metà’800 nell’opera di un pittore venuto da lontano, si tratta dell’opera “Il quadro della Battaglia di Novi, 15 agosto 1799” (dipinto tra il 1852 e il 1855) del pittore Alexander W. F. Kotzebue. L’evento nasce dalla collaborazione dell’Associazione “Novi 1799” con l’Amministrazione comunale, grazie all’acquisizione del file ad alta risoluzione del quadro stesso per gentile concessione del Museo Hermitage di San Pietroburgo, che lo ha donato alla città di Novi. Lo scopo è quello di far conoscere l’opera ai novesi, durante una serata aperta al pubblico. Tramite un supporto visivo multimediale, saranno descritti e analizzati tutti gli elementi tipici della cittadina di Novi durante la metà del XIX secolo, che sono ben raffigurati nell’immagine panoramica realizzata dal pittore. Le curiosità e le differenze tra la Novi del 1799, data della battaglia, la Novi vista personalmente dal pittore e la Novi contemporanea saranno illustrate e messe in relazione con i documenti storici conosciuti.

“Trapper” il racconto di Ilaria Gian

Si intitola “Trapper” il racconto che l’editore e scrittore  Stefano Stufera Mecarelli presenterà sabato 1 dicembre alle 17  al ristorante Bunnet, in  via dei Campionissimi 4.  Il  libro è stato  scritto dalla studentessa  del liceo Classico di Novi Ligure, la pozzolese Ilaria Gian, vincitrice del recente concorso Nazionale di letteratura “Un Fiorino” di Monterotondo Romano.  Nel suo racconto fanta-scientifico la giovane scrittrice riesce sapientemente a far coesistere tematiche tanto care ad un cinema di genere con atmosfere che ricordano capolavori come Avatar, Hunger Games, a cui fonde riverberi letterari propri di alcuni protagonisti che hanno fatto sognare come il gabbiano Livingston di Bach. Il protagonista, Malu, un giovane clone che si ribella al “destino a lui destinato” sente ribollire dentro di sé, la voglia di libertà, la necessità di scoprire cosa c’è oltre il muro fisico e mentale che lo imprigiona, il desiderio di sperimentare cosa respira dentro il sentimento dell’amore enunciato in tutte le sue forme e vero motore trainante della storia. I dialoghi serrati e mai banali, l’accurato studio dei personaggi, la linea del tempo così particolare, tengono il lettore incollato al libro invitandolo a portare a termine la lettura senza interrompere.

Gospel a Basaluzzo

Le suggestive voci gospel avvolgeranno nella chiesa parrocchiale di Basaluzzo, sabato 1 dicembre alle 21 nel corso del Concerto  Night& Day con Saint Nicholas Gospel Chair:  Paola Gemma voce , Franco Taulino voce e flauto, Alessandro Toselli pianoforte,  Gianni Robotti fiati. L’evento è organizzato dalla pro loco.