Grazie sindaco! Il Comune acquista un minibus per i bimbi di Cosola

A Cosola e a Capanne vivono sette bimbi e quattro vanno già a scuola

0
864

Da quest’anno i bimbi che vivono a Cosola e Capanne di Cosola possono usufruire di un pullmino tutto per loro che li porta a Cabella Ligure, da dove possono raggiungere la scuola di Rocchetta insieme ai loro compagni.

Cosola  e Capanne sono due belle frazioni di Cabella Ligure poste rispettivamente a  900 metri  e 1500 sul livello del mare, la prima dista di ben 9 chilometri dal capoluogo mentre la seconda addirittura 16 chilometri.

Questa distanza in passato ha creato disagi alle famiglie, in modo particolare per quei nuclei familiari che hanno bimbi in età scolare.  Fino ad oggi infatti il trasporto dei bambini è stato possibile grazie alla collaborazione prestata dalle famiglie che si sono fatte carico del viaggio fino a Cabella e ritorno, con le proprie vetture, a fronte di un esiguo rimborso spese.

L’amministrazione comunale di Cabella Ligure, aveva promesso agli abitanti che avrebbe fatto in modo di risolvere il problema e, così è stato, il Comune ha acquistato il pulmino.

Roberta Daglio

L’acquisto del minibus, – dice il sindaco Roberta Daglio  – è stato un notevole sforzo finanziario per il nostro piccolo Comune, ma come altri acquisti rientra nell’impegno che ci siamo assunti nei confronti dei nostri concittadini per agevolare e incentivare le persone che, nonostante le difficoltà quotidiane, decidono di vivere in queste zone disagiate

Poi prosegue: “Abbiamo impegnato oltre 30.000 euro di fondi propri dell’Ente per l’acquisto di un automezzo da 9 posti con trazione integrale, idoneo per percorrere le nostre strade in sicurezza anche con le peggiori condizioni atmosferiche, una grossa spesa resa possibile grazie ai risparmi conseguiti negli scorsi anni.

E conclude: “Al momento sono iscritti ad usufruire del servizio quattro bimbi che frequentano la scuola dell’obbligo ma il nostro obiettivo è riuscire ad organizzare il trasporto anche per i piccoli della materna, che necessitano di un accompagnatore. Naturalmente il mezzo di proprietà del Comune potrà essere utilizzato anche per altri trasporti di gruppo con finalità sociale, qualora ci venissero richiesti”.