Nel Forte rivivono la sua storia e i suoi personaggi.

Lo spettacolo “Aliti di storia” domenica 10 novembre nella fortezza di Gavi, messo in scena da “I Mancini del Quarto”

0
354

Una visita al Forte di Gavi con spettacolo teatrale. Domenica 10 novembre, alle 11,30, sarà replicato lo spettacolo “Aliti di storia”, messo in scena dall’associazione culturale “I Mancini del Quarto” di Acqui Terme. Un evento organizzato dal Polo Museale del Piemonte, seconda delle attività dedicate alla storia teatralizzata, in collaborazione con gli Amici dell’Arte di Serravalle Scrivia. I Mancini del Quarto hanno reso visibili i segni che la storia ha impresso all’interno del Forte. Lo spettacolo scritto, musicato, diretto e interpretato dagli attori della compagnia acquese “ha rappresentato – dicono gli organizzatori – il ritorno nel Forte di alcuni personaggi che, nel passato, hanno avuto a che fare con il fortilizio o avrebbero potuto farlo. Così sono riapparsi due popolane, la principessa Gavina, i marchesi Obertenghi, l’imperatore Federico Barbarossa, Galileo Galilei, Fra Vincenzo da Fiorenzuola (architetto innovatore del Forte e inquisitore di Galileo),

Ugo Foscolo, la Dea della Libertà, Napoleone, il generale Berthier, il maggiore inglese Jack Pringle, unico prigioniero di guerra alleato a riuscire a evadere dal Forte, all’epoca della Seconda guerra mondiale adibito a campo di prigionia; il colonnello Moscatelli, che del Forte, sempre durante il secondo conflitto mondiale, era il comandante; uno dei suoi aiutanti, le terribili SS tedesche”. Il pubblico, ricordano ancora gli organizzatori, “nella prima messa in scena dello spettacolo, il 13 ottobre, si è letteralmente entusiasmato della storia che si è incarnata negli attori, nella musica suggestiva eseguita dal vivo, nelle immagini dei filmati proiettati e realizzati dagli Amici dell’Arte”.