Alberatura abbattuta lungo viale “Martiri”

0
1055
Prosegue il taglio dei platani a Serravalle

Fa discutere l’abbattimento dei 20 platani lungo viale Martiri della Benedicta  a Serravalle, in corso in questi giorni.

“I cittadini devono sapere che i lavori di viale Martiri hanno un costo molto rilevante per i contribuenti serravallesi – spiega il capogruppo dell’opposizione Francesco Scaiola –  che però, purtroppo, non sono stati coinvolti ed inclusi in una decisione così importante, che modificherà l’impatto visivo del nostro paese. Noi non approviamo questo metodo, la giunta ha deciso di fare tutto da sola, senza quel necessario approfondimento in Consiglio comunale, come abbiamo sempre richiesto in queste circostanze. Per il futuro noi vogliamo la partecipazione dei cittadini, in modo che possano esprimere le loro opinioni senza essere messi di fronte al fatto compiuto”-.

Anche sui social, come Facebook, si è aprte una discussione tra i cittadini. “Io ho vissuto parte della mia vita a Serravalle –  scrive Laura –  forse quando ancora la “bellezza” aveva un valore…la presente per complimentarmi (con l’Amministrazione naturalmente…) per l’orrore che si sta concludendo in questi giorni. La cementificazione di Serravalle ne ha cambiato i connotati completamente, al di fuori di ogni logica il paesaggio si è degradato fino all’inverosimile. A completamento sta sparendo una delle ultime caratteristiche che rendevano ancora riconoscibili il paese…il viale…complimenti alla politica “illuminata” che sempre più ci porterà al declino, come società e come specie. I giganti che costeggiavano la strada (inquinata e trafficata a livelli parossistici) ringraziano. Molti cittadini ringraziano. Che tristezza! “-.

“I lavori fanno seguito a quelli avviati lo scorso anno – replica il sindaco Alberto Carbone – e l’abbattimento si è reso necessario viste le condizioni degli alberi che avevamo a suo tempo verificato con un agronomo. Sono quasi tutte piante malate. Saranno pertanto sostituite con peri da fiore, molto più resistenti alle malattie e allo smog. Metteremo queste essenze che avranno già considerevoli dimensioni, quindi capaci già di fiorire. Il costo totale dei lavori si aggira intorno ai 300 mila euro e sono previste anche le sostituzioni dei lampioni con luci a led, il posizionamento di altri lampioni per i marciapiedi e nuovi arredi urbani. Inoltre saranno rifatte le caditoie e i sotto servizi”-.