Aperta Dolci terre di Novi in un tripudio di colori e sapori

0
1929
Sommelier della Fisar e del Consorzio di tutela del Gavi

Inaugurata stamattina la ventiduesima edizione di “Dolci terre di Novi”, la rassegna enogastronomica dei prodotti tipici d’eccellenza.

Attivissimo il “Mercato delle Dolci terre”, con oltre 100 stand di prodotti tipici: salumi, formaggi, miele, vini, dolciumi, birre artigianali, vini, tartufi e quelli più legati a Novi, come i ceci della Merella, torroni, caramelle, cioccolato, amaretti e l’immancabile focaccia.Tutto si può trovare nei “Percorsi golosi” di questa manifestazione che resterà aperta al pubblico sino a domenica con orario continuato sino a tarda sera.

Da non perdere domani, venerdì 8 dicembre, alle 17, “Mille bolle di latticini” a cura della Condotta Slow food di Gavi che proporrà gli abbinamenti tra vini spumantizzati e formaggi. Relatori saranno Gianni Norese e Alberto Mallarino. Costo: 20 euro per i non soci e 17 euro per i soci Slow food.

Il centro degustazioni dello chef Davide Ghezzi presenta risotto alla zucca e gorgonzola e involtini di verza a mezzogiorno. Zuppa di cavolo nero e trippa con patate dalle 19. Ticket degustazione 3 euro.

Per chi volesse invece degustare solo tipiche ricette novesi, c’é l’attiguo ristorante Bunet che propone: bolliti in salsa verde e verdure bollite, stoccafisso con polenta e broccoli saltati. Insomma ogni prelibatezza per tutti i palati fino a domenica nel padiglione di Dolci terre di Novi, dove sarà possibile anche visitare la mostra per immagini della Campari allestita nel Museo dei Campionissimi. Ma chi volesse qualcosa di speciale davvero, visitate lo stand dell’erbolario con i prodotti alla canapa e al peperoncino. Sono da raccomandare.